Nuove misure in Slovacchia per fermare il virus. Quarantena obbligatoria per chi torna dall’Italia

L’unità di crisi del governo si è nuovamente riunita oggi e ha adottato ulteriori misure dopo i primi cinque casi in Slovacchia di infezione da COVID-19. Durante la riunione sono stati confermati altri due casi di infezione, uno a Martin e uno a Košice. La riunione, presieduta dal primo ministro Peter Pellegrini, si è tenuta nel pomeriggio.

Il che significa che i contagiati da coronavirus COVID-19 in Slovacchia sono saliti a sette.

Di seguito le pricipali misure adottate.

  • Dal 10 marzo è ufficialmente vietato organizzare eventi sportivi, culturali e pubblici in tutto il paese.
  • La quarantena obbligatoria di 14 giorni viene imposta a tutti i cittadini di ritorno dai paesi più colpiti, in particolare da Italia, Cina, Corea del Sud e Iran. Lo stesso vale anche per i familiari che vivono con loro.
  • Tutti coloro che presentano sintomi clinici potenzialmente attribuibili al Covid-19 dovrebbero continuare a considerare una quarantena volontaria di due settimane
  • Il mancato rispetto di queste regole può portare a sanzioni ai cittadini fino a 1.650 euro.

KRÍZOVÝ ŠTÁB PRIJAL ĎALŠIE OPATRENIA V SÚVISLOSTI S KORONAVÍRUSOM V posledných dňoch boli na území Slovenska potvrdené…

Uverejnil používateľ Peter Pellegrini Pondelok 9. marca 2020

L’igienista capo in Slovacchia, Ján Mikas, sostiene che non si può ancora parlare di epidemia da coronavirus nel paese. Ha comunque consigliato a tutti i cittadini di «restare a casa ed evitare di incontrare persone».

Per ulteriori informazioni, il primo ministro Pellegrini invita a contattare il proprio medico, a consultare il sito web del ministero della Salute (www.health.gov.sk) o a telefonare al numero verde nazionale 0800 221 234.

Si va poi verso un rafforzamento delle misure già adottate nei giorni scorsi.

  • Da martedì 10 marzo inizieranno controlli preventivi in ​​tutti i valichi di frontiera della Slovacchia.
  • I medici generici che emetteranno congedi lavorativi per il nuovo coronavirus invieranno una segnalazione direttamente alla previdenza sociale (Sociálna poisťovna) per limitare i movimenti di quelle persone. A tutti i visitatori degli ambulatori medici sarà fornita una mascherina gratuita di protezione.
  • Da domani saranno vietate tutte le funzioni religiose con i fedeli, e ci saranno restrizioni agli accessi nelle chiese della Slovacchia, ha detto Pellegrini. Già nei giorni scorsi i parroci erano stati invitati dalla Conferenza episcopale a diradare gli appuntamenti nelle chiese e a dare la comunione ai fedeli sulle palmen delle mani.
  • Sempre da domani dovrebbero essere sospese anche le proiezioni di pellicole nei cinema, su suggerimento dell’Autorità di salute pubblica. Il cinema Lumière di Bratislava ha già annunciato che chiuderà dal 10 al 31 marzo.
  • Le Ferrovie slovacche hanno iniziato a disinfettare i vagoni con l’ozono, aumentando la frequenza di disinfezione oltre la normale pulizia. Vengono puliti, oltre ai servizi igienici, maniglie, pulsanti, cestini dei rifiuti e altre parti dei treni a contatto con le mani dei viaggiatori.
  • Per il momento, secondo la Camera slovacca dei farmacisti non si sarebbero ancora registrate carenze di medicinali nonostante l’assalto alle farmacie degli ultimi giorni, dove vengono acquistati in quantità farmaci contro febbre, influenza e raffreddore.
  • Nei negozi le persone acquistano in massa cibi a lunga durata, saponi antibatterici e gel per le mani.
  • Il primo ministro Pellegrini ha detto che ci sarebbero eccezioni alla quarantena, che non verrebbe imposta a tutti coloro che si spostano da e verso l’Italia per lavoro. Ha fatto l’esempio di un camionista che rientra in Slovacchia dall’Italia. Pellegrini ha detto che è possibile che non entri in quarantena.
  • Per la chiusura delle scuole non esiste un regolamento unico e nazionale, le scuole private possono decidere in autonomia cosa fare.
  • La cerimonia per la consegna dei certificati ufficiali di nomina a parlamentare, che si doveva tenere domani, è stata definitivamente cancellata. I deputati eletti il 29 febbraio riceveranno i documenti per posta.
  • Lo zoo di Bratislava domenica aveva chiuso come misura preventiva il padiglione dei primati, che ospita due specie di scimmie antropoidi: un gruppo di scimpanzé composto da cinque membri e tre oranghi di Sumatra. Le scimmie, hanno detto, «sono altamente sensibili a molte malattie umane».
  • La Fiera del Mobile & Living di Nitra, che si sarebbe tenuta a Nitra il 10-15 marzo, è stata rinviata a data da destinarsi su ordine dell’autorità di sanità regionale.

C’è mancanza di mascherine e di tute protettive, una questione di cui si sta occupando, per ora senza grandi risultati, l’ente delle Riserve materiali dello Stato su incarico del governo. Le mascherine di protezione secondo il premier possono essere cucite dai carcerati. Anche una ditta slovacca si è proposta di fornirle. L’azienda, di Banovce nad Bebravou, produce camicie ma si è detta disponibile a cambiare repentinamente la propria produzione per rendere disponibili fino a 20mila mascherine al giorno. La ditta dovrà sottoporsi a una procedura di certificazione, che verrà reso estremamente veloce.  «Ci aspettiamo sicuramente un prezzo regolamentato e ragionevole», ha spiegato il premier.

Secondo il ministro dell’Economia Peter Ziga, anche se il virus dovesse diffondersi nel paese non dovrebbero essere a rischio le forniture di gas, combustibili ed elettricità. Il ministro ha invitato tuttavia tutte le società del settore a creare delle squadre di riserva per gestire le infrastrutture strategiche, in grado di sostituire i lavoratori eventualmente in quarantena a causa del contagio. Ziga ha citato tra gli esempi una centrale nucleare. Secondo Pellegrini le grandi aziende della Slovacchia, in particolare i costruttori di automobili, possono far fronte a una carenza di circa il 10% della forza lavoro. Ma con percentuali superiori di lavoratori impossibilitati anche quelle aziende dovrebbero limitare o arrestare la produzione.

(Red, Fonte Dennik N)

Foto minv.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.