Gli slovacchi all’estero hanno votato per PS-Spolu, Za ľudí, OĽaNO e SaS

Ormai sappiamo come sono andate le elezioni di sabato scorso: una vittoria inoppugnabile di OĽaNO, il partito della Gente comune guidato da Igor Matovič. Ma come hanno votato gli elettori slovacchi all’estero? Beh, anche all’estero la voglia di una trasformazione radicale dell’assetto politico in Slovacchia è stata la direttiva seguita dalla stragrande maggioranza dei cittadini che vivono all’estero. Anche se si sono dimostrati meno anti-sistema e conservatori dei propri connazionali in patria.

I voti dall’estero sono stati 48.925, su un totale di 55.117 persone che hanno fatto domanda per questa opzione. Cifre che, conferma l’Ufficio di Statistica slovacco, sono le più alte mai registrate nella storia della Slovacchia.

Il maggior numero di voti è andato alla coalizione liberal-progressista PS-Spolu, circa il 33,3%, ovvero 1.274 voti validi (in patria, la coalizione ha ottenuto meno del 7% ed è perciò esclusa dal Parlamento). Per il partito di Kiska, Za ľudí, la piazza d’onore con il 27,11%, e al terzo posto c’è OĽaNO con il 14,11%. Libertà e Solidarietà (SaS) è stato scelto dall’8,75% degli espatriati che hanno votato per posta.

Il partito di estrema destra ĽSNS di Marian Kotleba ha ricevuto il 4,52% dei voti, i cristiano-democratici (KDH) il 2,82%, i socialdemocratici (Smer-SD) il 2,37%, e Vlasť di Harabin il 2,03%. Con risultati sotto i due punti percentuali sono stati votati anche Sme Rodina (1,46%), MKS (la lista del Partito della comunità ungherese, 0,81%), Socialisti.sk e altri.

(Red)

Grafico: Aktuality.sk/BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.