IIC: i segreti del Piemonte più sconosciuto

Venerdì 28 febbraio l’Istituto Italiano di Cultura a Bratislava ospiterà un incontro con  la dott.ssa Alix Voitkeová dal titolo “I segreti del Piemonte sconosciuto” sulle tradizioni e i tanti aspetti che riguardano il Piemonte alpino plurilingue, antica terra di confine e patria di minoranze tra Italia e Francia.

Il Piemonte è una regione conosciuta grazie anche alla sua ricca storia. Proprio questa regione, nel periodo del Risorgimento, ha avuto un ruolo fondamentale nell’unificazione dell‘Italia, Torino infatti è stata la prima capitale italiana.

In questo seminario la dott.ssa Voitkeová presenterà vari aspetti di questa regione, attraverso anche esperienze personali e quelle della sua famiglia, presente su quel territorio dal 1200; parlerà delle particolarità di questa zona alpina con luoghi e tesori culturali, etnie e la loro storia, costumi e tradizioni fino ad arrivare al presente, evidenziando anche le influenze che hanno avuto le terre che confinano con questa zona.

Alix Voitkeová, che vive e lavora tra Ungheria e Slovacchia, è discendente di una famiglia franco-occitana dell’Alta Val Chisone (TO) la cui presenza sul territorio è attestata sin dai tempi del Delfinato di Viennois nel 13° secolo. Si dedica da anni alle ricerche genealogiche, storiche e linguistiche per contribuire in modo effettivo e coinvolgente alla valorizzazione, promozione e presentazione delle minoranze storiche presenti nelle Valli Occitane e Francoprovenzali del Piemonte occidentale e del loro territorio.

La conversazione si tiene in lingua italiana con ingresso libero.

__
Quando: Venerdì 28 febbraio 2020, ore 17:00
Dove: IIC Bratislava, Kapucínska 7
Organizzato da: IIC Bratislava
Info: IIC

Nella foto (IIC): la Sacra di San Michele, monumento simbolo del Piemonte, in val di Susa a 40 km da Torino. Ha ispirato Umberto Eco per Il nome della Rosa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.