Con 6,4 milioni di arrivi, il turismo in Slovacchia cresce del 15%

Nel 2019 hanno visitato la Slovacchia 6.432.934 visitatori, in aumento del 14,9% su base annua. Come ha riferito il ministro dei Trasporti Arpad Ersek in conferenza stampa, si tratta di un numero record che certifica come il turismo nazionale sta vivendo il suo periodo migliore. Cresce il numero di turisti stranieri, ma ancora di più si registra un aumento dei viaggiatori slovacchi che visitano il proprio paese.

Del totale di turisti registrati, la quota di visitatori domestici si è attestata al 61,5% e il loro numero è cresciuto del 18,5% rispetto all’anno prima. Un fenomeno in parte attribuibile ai ‘voucher ricreativi’ introdotti da questo governo, ha detto il ministro. In particolare, i buoni per il tempo libero forniti per legge dalle imprese con più di 50 dipendenti hanno favorito il turismo negli Alti Tatra e le presenze nelle strutture termali del paese. In generale, i voucher hanno aiutato nelle regioni, e mano nella capitale Bratislava.

Il numero di turisti stranieri è aumentato del 9,7% su base annua, per un totale di 2.475.094 arrivi che rappresentano una quota del 48,5% sul totale.

I pernottamenti nelle strutture ricettive slovacche sono cresciuti nel 2019 del 14,1% a 17.703.695. Ogni turista ha soggiornato in media 2,8 notti sul territorio slovacco, un numero uguale all’anno scorso.

Come in passato, a visitare la Slovacchia dall’estero sono in primo luogo turisti dei paesi dirimpettai: i visitatori dalla Repubblica Ceca sono cresciuti del 10,8%, i polacchi del 6,2%, i tedeschi del 2,3% e gli ungheresi dell’11,2%. A registrare la maggior crescita annuale sono gli ucraini, che segnano un +33,4%.

Il ministro Ersek ha detto che con questi numeri sembra chiaro che il limite psicologio dei 5 milioni di turisti è stato non solo raggiunto ma anche superato significativamente. Un risultato divenuto possibile anche dagli sforzi del governo per promuovere la Slovacchia e aumentare le dotazioni finanziarie a disposizione del settore al fine di offrire servizi migliori ai turisti, al passo con la concorrenza internazionale. Il ministero dei Trasporti sta lavorando ora alla strategia per lo sviluppo del turismo sostenibile entro il 2030, con l’obiettivo non solo di attrarre turisti in Slovacchia, ma anche di mantenerli più a lungo in città e regioni.

Nei giorni scorsi l’Organizzazione regionale del turismo degli Alta Tatra ha valutato il 2019 come l’anno di maggior successo finora per il turismo fin dalla fondazione della Slovacchia nel 1993, con un numero complessivi cresciuto di quasi 600mila unità, parti al 16% di crescita su base annua. La stagione estiva è quella che di più ha contribuito a questo risultato, e il record mensile è stato superato a settembre, con una crescita del 25% di arrivi.

(Red)

Foto Pudelek cc by sa
Monte Chopok, Jasna

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.