Sussidi anche alle imprese per nuove stazioni di ricarica per auto elettriche

Il ministero dell’Economia ha annunciato il secondo round di sussidi per la costruzione di stazioni di ricarica elettriche. Questa volta non sono destinati solo a comuni, amministrazioni regionali e altre organizzazioni locali ma anche le imprese private possono presentare domanda di sovvenzione. Il ministero ha stanziato un finanziamento complessivo di 650.000 euro e le domande vanno presentate dal 17 aprile al 17 luglio 2020.

Il ministro dell’Economia Peter Žiga ha spiegato che l’obiettivo dell’iniziativa è sviluppare gradualmente una rete di stazioni di ricarica, soprattutto in autostrada e nelle regioni meno sviluppate, per incoraggiare il più possibile l’uso di auto ecologiche. I comuni e le società possono richiedere finanziamenti per la costruzione di un minimo di due punti di ricarica, fino a un massimo di otto, in corrente alternata CA, con una potenza di uscita superiore a 11 kilowatt (kW).

L’importo della sovvenzione può variare da 2.500 a 20.000 euro per città e comuni, che devono finanziare la costruzione di stazioni di ricarica con risorse proprie equivalenti al 5% dell’importo totale.

Gli imprenditori possono ricevere un sussidio compreso tra un minimo di 2.500 e un massimo di 10.000 euro, a seconda del numero di punti di ricarica, ma devono utilizzare il 50% delle proprie risorse.

I dettagli sono disponibili sul sito web del ministero e sul sito dell’Agenzia slovacca per l’innovazione e l’energia (SIEA).

(Fonte BDE)

Foto PDP CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.