Ján e Martina, il killer Marček andrà a processo da solo il 17 marzo

Il 17 marzo si svolgerà presso la Corte penale specializzata a Pezinok la prima audizione del processo all’imputato Miroslav Marček, dichiaratosi colpevole del doppio omicidio di Ján Kuciak e della fidanzata Martina Kušnírová. Inizialmente alla sbarra insieme agli altri accusati Tomáš Szabó, Alena Zsuzsová e l’uomo d’affari Marian Kočner, Marček sarà giudicato da solo in un procedimento indipendente avendo confessato, unico dei quattro accusati, le sue responsabilità. Marček, ex militare delle Forze armate nazionali, ha anche dichiarato all’udienza del 13 gennaio di avere sparato all’imprenditore Petr Molnar a Kolárovo nel 2016. All’imputato è stato notificato anche il termine per una seconda udienza il 15 aprile. La presidente della Corte Ružena Sabová ha dichiarato che a suo parere dovrebbero essere sufficienti due giorni di audizione per arrivare a un verdetto per Marček.

Ján Kuciak e la fidanzata Martina Kušnírová, ventisettenni entrambi che si dovevano sposare nel maggio successivo, sono stati uccisi il ​​21 febbraio 2018 nella loro casa nel villaggio di Veľká Mača, nel distretto di Galanta, regione di Trnava, una sessantina di chilometri dalla capitale. Kuciak era giornalista investigativo e scriveva per il sito di notizie Aktuality.sk, occupandosi tra le altre cose dei casi dell’imprenditore Kočner e dei tentacoli della ‘ndrangheta italiana in Slovacchia. Nella prima udienza del processo Marček ha spiegato come si è avvicinato alla casa delle vittime e si è fatto aprire la porta per poi freddare con una pistola Luger 9 millimetri uno dopo l’altro.

In precedenza già l’intermediario Zoltán Andruskó aveva ammesso il suo ruolo nell’omicidio dei due giovani. In seguito a un patteggiamento offertogli dal pubblico ministero, il tribunale gli ha inflitto una pena di 15 anni di carcere. Fin dall’arresto, nell’autunno del 2018, Andruskó ha collaborato con gli investigatori per risolvere il caso di un omicidio che ha scosso profondamente la società slovacca portando in piazza grandi masse di persone per settimane, al punto da provocare l’uscita di scena del primo ministro Fico e del suo ministro degli Interni Kaliňák.

(La Redazione)

Foto FB/Aureliusz Marek Pędziwol

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.