La campagna del ministero dell’Agricoltura per un’alimentazione sana

La dieta generalizzata della popolazione slovacca, caratterizzata da un alto contenuto di acidi grassi saturi, mancanza di fibre, vitamine e minerali importanti, non solo facilita l’insorgenza di problemi digestivi, ma aumenta anche il rischio di obesità, malattie cardiovascolari, diabete tipo 2 e cancro.

Pertanto, la Camera slovacca per l’alimentazione ha lanciato un progetto per la promozione di sane abitudini alimentari, sotto gli auspici del ministero dell’Agricoltura e Sviluppo rurale, dell’Associazione slovacca dei medici di medicina generale, dell’Università slovacca dell’Agricoltura e l’Associazione slovacca di obesologia.

L’iniziativa fa parte del più ampio progetto del ministero dedicato alle buone pratiche preventive e all’alimentazione “responsabile”, ovvero mangiare rispettando la propria salute e quella del pianeta. Il ministro dell’Agricoltura e dello sviluppo rurale Gabriela Matečná ritiene essenziale promuovere una corretta campagna di informazione. Una dieta sana ed equilibrata inizia con l’acquisto di cibo. Ecco perché i consumatori dovrebbero prestare maggiore attenzione alle etichette degli alimenti. «Siamo ciò che mangiamo», ha detto il ministro, che ha aggiunto che troppo spesso le raccomandazioni per un’alimentazione sana sono contraddittorie e inducono le persone a rinunciare indiscriminatamente a determinati gruppi di generi alimentari.

Il dottor Peter Minarik, un nutrizionista che ha lavorato al progetto ministeriale, raccomanda di seguire alcune semplici regole di base, senza rinunciare a tutti i tuoi cibi preferiti. Una «dieta equilibrata e particolarmente varia» dovrebbe essere caratterizzata da un elevato consumo di verdure, ma senza trascurare l’apporto indispensabile di proteine, fornite da carne, latte e prodotti lattiero-caseari.

Una persona sana dovrebbe consumare 5-7 porzioni di frutta e verdura (3-5 di verdura e 2 di frutta) ogni giorno, 3-4 porzioni di carboidrati (pane, pasta o cereali, preferibilmente cereali integrali), 2-3 porzioni di prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi (o alternative vegetali) e 2-3 porzioni di proteine, principalmente forniti da carne magra o pesce che contiene acidi grassi essenziali o legumi. Nella dieta equilibrata non dovrebbero mancare oli e grassi vegetali, noci e semi, importanti fonti di acidi grassi essenziali, che tuttavia dovrebbero essere presi con cautela dato l’alto contenuto calorico e il rischio di accumulo di grasso sottocutaneo. Gli spuntini con un alto contenuto di zucchero, grassi o sale dovrebbero essere consumati solo in piccole quantità. Inoltre, la dieta equilibrata dovrebbe includere un’adeguata assunzione di liquidi.

Infine, va notato che lo stile di vita sano non termina con una dieta equilibrata, ma deve includere anche l’esercizio fisico, dalla semplice camminata alla corsa o la pratica abituale di uno sport. Un programma settimanale di attività fisica aiuta a ridurre considerevolmente i rischi per la salute e prevenire sovrappeso, obesità e malattie metaboliche, cardiovascolari, tumorali e neurodegenerative, secondo il dottor Lubomir Fabryova, esperto di malattie metaboliche e presidente dell’Associazione slovacca di obesologia.

Il gruppo di esperti che ha lavorato al progetto è impegnato a continuare la campagna per promuovere stili di vita sani e affrontare attivamente le questioni relative alla dieta e all’etichettatura degli alimenti. Allo stesso tempo, collaboreranno con il ministero della Salute per la prevenzione delle malattie metaboliche, cardiovascolari e oncologiche.

(Fonte BDE)

Foto RitaE CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.