Con la Brexit la Slovacchia acquista un altro eurodeputato, ora sono 14

Dopo l’avvio della Brexit la Slovacchia ha guadagnato un eurodeputato in più al Parlamento europeo. Anziché 13, ora ne avrà 14. Si tratta di Miriam Lexmann del Movimento democratico cristiano (KDH), il cui mandato è inizieto ufficialmente il 1° febbraio 2020, il giorno successivo a quello dell’uscita del Regno Unito dall’UE. Il giuramento della Lexmann, che sarà membro del primo gruppo parlamentare europeo, il Partito popolare europeo (PPE), presterà giuramento presumibilmente nella sessione plenaria di febbraio che inizia il 10 di questo mese.

Sebbene sia lieta della conclusione del “limbo” in cui ha vissuto dalle elezioni europee di maggio 2019, dove era chiaro se sarebbe stata nominata parlamentare europea soltanto dopo l’addio dei britannici, Lexmann ha detto che con la Brexit l’Unione europea «sarà geopoliticamente più debole», e la nuova situazione avrà senz’altro riflessi «nelle dinamiche interne dell’unione». In questa legislatura al Parlamento europeo Lexmann ha detto che vuole dedicare il suo mandato in particolare al principio di sussidiarietà, ovvero al principio di suddivisione delle competenze tra l’UE e gli Stati membri, rivendicando il fatto che «le questioni culturali, etiche o fiscali devono rimanere di competenza esclusiva degli Stati membri, come sancito dai trattati». L’UE dovrebbe invece agire «solo laddove sia vantaggioso per tutti e i singoli Stati non possano ottenere il risultato da soli».

Il voto nelle ultime elezioni europee aveva visto la vittoria in Slovacchia della coalizione non parlamentare PS-Spolu, composta dai partiti Progresívne Slovensko e Spolu-občianska demokracia, che insieme hanno totalizzato poco più di un quinto dei voti (20,1%), superando lo Smer-SD (15,7%) mentre al terzo posto si era piazzato il Partito popolare Nostra Slovacchia (ĽSNS) di estrema destra (12,1%), confermando una sua forte crescita.

A fine maggio il Movimento cristiano-democratico (KDH) aveva lamentato il fatto di non poter ottenere subito il suo secondo europarlamentare a causa della Brexit, malgrado il partito avesse ottenuto più voti dei liberali di SaS, che invece hanno avuto da subito l’assegnazione di entrambi i suoi due seggi. E si era rivolta alla Corte costituzionale, che non ha ancora risposto.

Questi sono oggi i quattordici membri slovacchi del Parlamento europeo, in ordine alfabetico:

Monika Beňová – Smer-SD
Vladimír Bilčík – Spolu
Miroslav Číž – Smer-SD
Lucia Ďuriš Nicholsonová – SaS
Robert Hajšel – Smer-SD>
Martin Hojsík – Progresívne Slovensko
Eugen Jurzyca – SaS
Peter Pollák – OĽaNO
Miroslav Radačovský – ĽSNS
Michal Šimečka – Progresívne Slovensko
Ivan Štefanec – KDH
Milan Uhrík – ĽSNS
Michal Wiezik – PS-Spolu
Miriam Lexmann – KDH

(Red)

Foto EU Parliament cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.