La ripartizione dell’Europa dopo la Grande guerra. Esce la prima pubblicazione dell’Istor di Treviso

È uscito per i tipi dell’editore Kellermann, collana Studi Storici, il primo Quaderno dell’ISTOR Istituto di Studi Storici dal titolo “Vinta la guerra, persa la pace“. Con sovra-titolo “Dagli specchi di Versailles agli scontri nella Repubblica di Weimar, alla dannunziana “Fiume d’Italia””, il volume è dedicato all’immediato primo dopoguerra, quando le firme apposte cent’anni fa sotto ai trattati di Versailles, Saint-Germain-en-Laye, Neuilly-sur- Seine, Trianon e Sèvres certificarono una pace vendicativa, una specie di colossale resa dei conti in Europa.

Con questo suo primo Quaderno debutta l’Istituto di Studi Storici ISTOR, nato a Treviso dalla volontà di studiosi, specialisti, ricercatori, appassionati di storia, italiani e stranieri, di approfondire nella libertà e nell’indipendenza del pensiero e delle opinioni temi legati ai comuni interessi culturali, promuovendo momenti di confronto, di studio, di approfondimento, di analisi, di osservazioni e di ricerche. Presidente provvisorio dell’ISTOR è lo scrittore e giornalista (ex Rai) Sergio Tazzer; gli aderenti sono italiani e stranieri, e la platea dell’ISTOR si va allargando, con soddisfazione di chi ha deciso di intraprendere questa nuova esperienza culturale.

I testi della pubblicazione sono stati redatti da Lisa Bregantin, Enrico Fuselli, Simone Menegaldo, Andrea Pasetti, Paolo Pozzato, Giulio Quintavalli e Sergio Tazzer, in ordine alfabetico. La realizzazione del Quaderno è stata possibile grazie anche al contributo economico della Antonio Facchin Soc. Agr. di S. Polo di Piave, i cui titolari hanno inteso in questo modo onorare la memoria degli avi, il fante Angelo Facchin ed il granatiere Giovanni Nardin, combattenti nella Grande Guerra.

Vinta la guerra, persa la pace
ISTOR Istituto Studi Storici, Treviso
Kellermann Editore
Pagg. 112, Euro 12,00

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.