Lemikon fa nuovamente causa a Tipos per 33 milioni di euro

La società cipriota Lemikon ha di nuovo fatto causa contro la società statale di lotterie e scommesse Tipos per 33 milioni di euro. Il quotidiano Pravda ha riportato ieri questa notizia, scrivendo che la causa è ritornata al tribunale regionale di Bratislava grazie a un appello straordinario. Secondo Tipos, la corte invierà il caso alla Corte suprema, dove sarà valutato da un gruppo di giudici che non hanno mai avuto a che fare con questo processo prima d’ora. Se Lemikon vince il giudizio della Corte Suprema, Tipos dovrà pagare l’importo richiesto anche se in passato aveva vinto la stessa causa.

La questione è ormai vecchia di vent’anni e risale al 2000, quando la società di lotterie Športka fece causa alla Tipos accusandola di utilizzare illegalmente i marchi di giochi d’azzardo Sportka, Šanca e Mates. Nel 2008 la Corte suprema decise a favore dell’accusa e l’allora ministro delle Finanze Ján Počiatek (Smer-SD) accettò di risolvere la controversia accettando di pagare per conto di tipos 2 miliardi di corone (66,39 milioni di euro) alla società Lemikon, una società di comodo di Cipro che aveva acquisito i crediti della società Sportka. Tipos, controllata al 100% dal ministero, pagò una prima rata di 16 milioni di euro e poi tentò di invertire il giudizio in una causa durata diversi anni. Ebbe alla fine soddisfazione l’estate scorsa, con un verdetto favorevole della Corte suprema che respinse il ricorso di Lemikon e la condanna a restituire i 16 milioni.

Il caso è tornato di attualità due mesi fa, quando fu pubblicato un video del 2008 che riprendeva una conversazione tra il ministro Počiatek e l’allora procuratore generale Dobroslav Trnka. In quel dialogo, pieno di volgarità ed espressioni colorite, i due parlano anche della causa Lemikon-Tipos e il ministro chiede a Trnka di sostenere le ragioni di Tipos rallentando il procedimento giudiziario, ma non gli chiese di presentare un ricorso straordinario, che avrebbe impedito il pagamento alla società cipriota. Il pagamento delle altre rate fu sospeso dopo un cambiamento legislativo e l’intervento dello stesso Trnka.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.