IIC: arriva a Bratislava la “Jewish Experience” del Trio di Gabriele Coen

In occasione della Giornata della Memoria, che quest’anno commemora i 75 anni dalla scoperta degli orrori di Auschwitz e Birkenau, l’Istituto Italiano di Cultura porta a Bratislava il “Jewish Experience” del Trio jazz di Gabriele Coen. Il titolare della formazione, nato a Roma nel 1970, è un sassofonista, clarinettista, compositore che alla metà degli anni Novanta ha fondato i “Klezroym”, ad oggi la più importante formazione italiana di musica klezmer con la quale è tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpretata in chiave jazzistica.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Gabriele Coen fonda nel 2005 il gruppo “Gabriele Coen Jewish Experience” (Lussu, Berg, Loddo, Caponi), con il quale pubblica nel 2009 l’album d’esordio “Golem”. Con il quintetto, Coen raggiunge una nuova maturità espressiva nel proporre il materiale musicale ebraico in chiave jazzistica fino al folgorante incontro con John Zorn a New York nell’estate del 2010 e l’ingresso nella scuderia della “Tzadik” la prestigiosa etichetta indipendente di Zorn che produce l’album “Awakening” (2010). Il gruppo di Coen è il primo ensemble italiano a produrre un disco per la “Tzadik”, che è diventata negli anni un punto di riferimento importante per il jazz contemporaneo, nella collana “Radical Jewish Culture” che John Zorn ha voluto dedicare alle migliori espressioni della nuova musica ebraica a livello internazionale.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Di lui e del suo progetto John Zorn ha scritto: «Gabriele Coen è compositore e interprete di uno dei più entusiasmanti esempi di Nuova Musica Ebraica, capace di combinare una profonda conoscenza e un sincero rispetto per la tradizione, con un eccezionale intuito comunicativo e sensibilità immaginifica. All’avanguardia, eppure fermamente radicato nella tradizione, il progetto “Jewish Experience” esprime passione, integrità e un’impeccabile arte interpretativa».

A gennaio 2013 è uscito il lavoro “Yiddish melodies in Jazz”, ancora una volta nella collana Radical Jewish Culture della “Tzadik Records”. A giugno 2017 è invece uscito il lavoro per l’etichetta Parco della Musica Records: “Sephirot. Kabbalah in Music” dove Gabriele Coen dirige il suo nuovo sestetto tra elettricità e spiritualismo. Il nuovo CD “Leonard Bernstein Tribute” è del novembre 2019 ed è edito da Parco della Musica Records.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Nell’ambito del cinema, in collaborazione con Mario Rivera, ha realizzato le colonne sonore dei film “Notturno Bus” di Davide Marengo (2007) e “Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio” di Isotta Toso (2010). L’incontro con Mario Rivera matura anche nella produzione musicale per il teatro con il “Satyricon” di Renato Giordano con Michele Placido e Giorgio Albertazzi (2007). Coen ha collaborato anche con Circo Diatonico, Piccola Banda Ikona di Stefano Saletti, Camera Ensemble con Giovanni Palombo, Elisabetta Antonini trio con Alessandro Gwis.

Il Trio – con Gabriele Coen (sax soprano e clarinetto), Pietro Lussu (pianoforte), Marco Loddo (contrabbasso) – arriva per la prima volta in Slovacchia, nell’ambito del suo tour europeo.

__
Quando: giovedì 30 gennaio 2020, ore 19:00
Dove: Sala piccola, Radio Slovacca (Slovensky rozhlas), Mýtna 1, Bratislava
Organizzato da: IIC Bratislava
In collaborazione con: RTVS Slovenský rozhlas
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Foto IIC

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.