Slovacchi all’estero, qualcuno ha ricevuto un plico elettorale sbagliato

Il ministero degli Interni ha informato nei giorni scorsi di avere ricevuto la registrazione di 55.117 elettori che hanno chiesto di votare per posta dall’estero alle imminenti elezioni politiche del 29 febbraio. Di queste, 4.066 richieste vengono da cittadini slovacchi che hanno residenza permanente fuori dalla Slovacchia. Ognuno di loro avrebbe dovuto ricevere per posta il plico elettorale dal ministero dell’Interno entro il 25 gennaio. Secondo i dati comunicati dai distretti della capitale Bratislava, quest’anno si sarebbe visto un numero record di tali elettori, che sono raddoppiati e anche triplicati rispetto alle precedenti elezioni del 2016. Coloro che voteranno dall’estero sono tenuti a rimandare al mittente la busta contenente il proprio voto entro e non oltre un giorno prima di quello di apertura dei seggi, dunque entro il 28 febbraio 2020. Gli slovacchi che vivono o che si trovano temporaneamente in uno Stato straniero (e che hanno fatto domanda apposita entro il 10 gennaio) potranno eleggere al massimo quattro candidati, tutti di un solo partito.

Tuttavia, secondo quanto affermato da membri della coalizione elettorale PS-Spolu, numerosi elettori all’estero avrebbero ricevuto dei plichi incompleti, mancanti delle schede di alcuni partiti, o addirittura due schede per lo stesso partito. I rappresentanti della coalizione hanno invitato la procura a esaminare l’azione dell’autorità competente – il ministero degli Intenri o i comuni di residenza in Slovacchia – che non ha fornito agli elettori il materiale completo. Ovviamente gli elettori in possesso di una serie lacunosa di documenti elettorali devono richiedere un nuovo invio.

Il ministero degli Interni aveva dichiarato venerdì di essere a conoscenza di soli quattro casi di questo tipo. Si era scusato per l’errore, causato da “fattore umano”, e raccomandava agli elettori di contattare l’autorità che ha inviato i documenti errati. Meglio anche inviare all’indirizzo volby@minv.sk copia dell’e-mail con cui si chiede al comune di inviare il nuovo plico elettorale. I comuni sono stati esortati a spedire i nuovi documenti il giorno stesso di ricevimento delle segnalazioni.

Le elezioni generali per il rinnovo del Parlamento si terranno il 29 febbraio dalle 7:00 alle 22:00. Sono 25 i soggetti politici – partiti o coalizioni – che sono stati ammessi alle elezioni 2020 con i propri candidati.

(Red)

Illustr. BS (bartek001/m_hassan)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.