Raffaele Ciaravola, Business Aviation Manager aeroporto di Alghero

Raffaele Ciaravola, Business Aviation Manager (direttore sviluppo) dell’aeroporto di Alghero, molto contento dei risultati ottenuti per i collegamenti da quest’aerea geografica del Centro Europa con Alghero, fra un meeting e un altro ci ha concesso una brevissima chiacchierata, densa di significati.

L’aeroporto internazionale di Alghero aspira quest’anno ad essere il primario hub di ingresso per la Sardegna, sicuramente per i voli dalla Mitteleuropa.

All’ormai consolidato volo diretto di Ryanair che collega tutto l’anno Bratislava ad Alghero, da quest’aerea si affiancheranno dalla prossima estate altri due collegamenti. Ecco l’offerta per chi vuol visitare una delle isole più belle d’Italia:

  • volo Ryanair da Bratislava (2 voli settimanali tutto l’anno);
  • volo Laudamotion da Vienna (con 2 voli settimanali da aprile a ottobre);
  • volo Wizz Air FF da Vienna (con 3 voli settimanali da giugno a ottobre).

In totale quindi 7 voli settimanali, che costituiranno un’offerta vastissima sia per gli utenti che vorranno visitare l’isola che per i tour operator che si spera introducano nelle offerte turistiche questa fantastica nuova destinazione, e non solo durante l’estate: la Sardegna è piena di risorse e parchi naturali, di storia, di cultura e tradizioni.

Raffaele Ciaravola ha anche messo a fuoco l’esigenza dell’ampliamento dell’offerta turistica sia come posti letto, ma anche come nuovi modi di fare ricettività soprattutto nella parte nord-ovest dell’isola. Tenendo conto che i nuovi voli porteranno sicuramente più presenze turistiche, con la conseguente necessità di dare maggiori e diversificate offerte turistiche. Il turismo degli anni Duemila non è più solo sole e mare.

Indispensabile, a nostro modesto parere, la necessità di non limitare l’intervento dell’aeroporto in favore delle sole compagnie di trasporto: gli operatori turistici molto spesso trovano un muro nelle compagnie aeree low cost, tanto da non aprirsi ad alcuna collaborazione con il tour operator organizzato, privilegiando invece l’utente singolo diretto. Ma è anche vero che poi è il tour operator che è in grado di far promozione e spostare flussi considerevoli.

Necessario non fermarsi allo stand in Fiera, ma servirà ben altro, che non potrà esaurirsi con qualche giornata di evento.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.