Dall’UE fino a 160 milioni per rinunciare al carbone

Il capo della Rappresentanza permanente della Slovacchia presso l’UE Peter Javorčík ha confermato martedì, dopo una sessione dei ministri delle Finanze dell’UE a Bruxelles, che la Slovacchia dovrebbe ricevere circa 160 milioni di euro tramite il cosiddetto Just Transition Fund (JTF) per progetti in direzione del passaggio a un’economia verde a basse emissioni. Secondo il diplomatico slovacco la politica green europea sarà una questione importante per l’Unione nel prossimo decennio, e la transizione dell’attuale economia verso un impatto ambientale a zero emissioni di co2 previsto per il 2050 costerà un ammontare significativo di risorse finanziarie. La discussione attuale dei ministri delle Finanze dell’UE è ora proprio dedicata alle opportunità e problematiche per il finanziamento dei progetti.

Il Green Deal europeo proposto dalla Commissione europea dovrebbe essere dotato di un fondo di bilancio fino a 100 miliardi di euro, che in particolare dovrebbe sostenere le regioni gravemente colpite dal passaggio a un’economia verde. Per la Slovacchia, la regione interessata a questa transizione è principalmente la zona dell’Alto Nitra, dove ancora una quota importante dell’economia si basa sull’estrazione di carbone e lignite e il suo utilizzo per produrre energia elettrica. Per l’Alto Nitra il governo ha approvato un piano di azione globale che dovrebbe portare a una economia a basse emissioni grazie a investimenti verdi, prevedendo nel contempo sussidi e piani di formazione per la riconversione dei lavoratori nella regione che perderanno il lavoro nelle attività legate all’industria del carbone.

I paesi con le industrie più dipendenti dai combustibili fossili dovrebbero beneficiare maggiormente del fondo JTF: la Polonia, che dipende in modo sostanziale dal carbone tanto da rifiutare recentemente il piano dell’UE di raggiungere la neutralità ambientale nel 2050, riceverà circa 2 miliardi di euro, la Germania 876 milioni e la Romania 757. Per ogni euro che riceveranno dal JTF, gli Stati membri dovrebbero aggiungerne altri 1,5-3 euro dai fondi di coesione e da risorse di cofinanziamento nazionali.

(Red)

Illustraz. B.Slovacchia

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.