Dopo la presidenza slovacca, l’OSCE è rafforzata

Alla fine del 2019 si è conclusa la Presidenza della Repubblica Slovacca nell’OSCE – l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, durata per tutto l’anno passato. La presidenza è stata ora consegnata all’Albania per il 2020. La Slovacchia rimane comunque un membro attivo dell’organizzazione nell’ambito della troika di presidenza, e del Gruppo di partner asiatici dell’OSCE che presiede quest’anno.

Questa presidenza slovacca è stata caratterizzata dalle sue tre priorità principali: la prevenzione dei conflitti, un futuro sicuro ed un multilateralismo efficace. Nello spirito del motto “For persons, dialog and stability”, la Slovacchia è riuscita a realizzare o lanciare nel 2019 diverse importanti iniziative, si legge in un comunicato finale del ministero degli Esteri slovacco.

I progetti umanitari volti a migliorare la vita delle persone nelle aree colpite da conflitti, inclusa la vicina Ucraina, hanno ricevuto un’attenzione speciale e hanno visto azioni come la riparazione del ponte strategico presso la stazione di Luhansk, il vertice di dicembre dei quattro leader formato Normandia, nonché il recente diffuso scambio di prigionieri sono particolarmente incoraggianti. Grazie alla Slovacchia, l’OSCE ha svolto e continuerà a svolgere uno dei compiti chiave nel processo di attuazione degli accordi di pace e della risoluzione del conflitto in Ucraina e nei dintorni.

La Slovacchia, continua il ministero, ha dimostrato il coinvolgimento dell’organizzazione regionale anche in altre aree di crisi e di conflitto. A prova di ciò, il presidente dell’OSCE – e ministro degli Affari esteri ed europei della Repubblica Slovacca – Miroslav Lajčák ha visitato tutte le aree di crisi e di conflitto e i paesi in cui sono attive le missioni dell’OSCE per la prevenzione e risoluzione dei conflitti e la promozione del consolidamento della pace.

La Slovacchia ha sostenuto la ricerca di soluzioni e compromessi comuni tra i 57 Stati partecipanti, il che non è stato facile nell’attuale difficile situazione geopolitica. Altrettanto difficili erano i compiti relativi a garantire il corretto funzionamento dell’organizzazione. Tra questi, ad esempio, assicurare un bilancio, una futura proposta per il modello di finanziamento dell’organizzazione e affrontare le questioni relative al personale necessarie per il funzionamento del quartier generale dell’OSCE e le attuali missioni in 15 paesi.

Tra i risultati pratici della presidenza slovacca potrebbe esserci la risoluzione di alcune importanti questioni relative al personale, tra cui la ricerca di un successore nella posizione di Rappresentante speciale per l’Ucraina e nel gruppo di contatto trilaterale, in cui il diplomatico austriaco Martin Sajdik è stato sostituito dal diplomatico svizzero Heidi Grau.
Dal punto di vista del futuro dell’organizzazione, è stato anche fondamentale risolvere la questione dei paesi della presidenza per i prossimi anni: la Svezia nel 2021 e la Polonia nel 2022.

All’inizio del suo mandato, la Slovacchia ha espresso l’ambizione di svolgere una presidenza forte e attiva con l’obiettivo di rafforzare il potenziale multilaterale dell’organizzazione. Anche l’ampio sostegno al cosiddetto “Appello di Bratislava“, indirizzato agli Stati partecipanti dal presidente dell’OSCE Miroslav Lajčák durante la riunione del Consiglio dei ministri dell’OSCE di dicembre a Bratislava, ha confermato questo obiettivo. L’ “Appello di Bratislava” ha espresso sostegno per l’OSCE, la sua natura e gli strumenti esistenti, esortando al contempo gli Stati partecipanti a prepararsi al dialogo, la volontà di scendere a compromessi nel promuovere e applicare i principi di un multilateralismo efficace.

La Slovacchia ha consegnato nei giorni scorsi la presidenza dell’OSCE all’Albania per il 2020. Rimane comunque un membro attivo dell’organizzazione nell’ambito della troika della presidenza e del Gruppo di partner asiatici dell’OSCE, che presiederà nel prossimo anno.

(Red)

Foto osce.org cc by nd

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.