Disoccupazione a dicembre al 4,92%. Record minimo del 6,11% nel 2019

Il tasso di disoccupazione in Slovacchia è sceso in dicembre dello 0,12% su base annua al 4,92%, mentre è rimasto invariato in termini mensili. Secondo l’annuncio dell’Ufficio per il lavoro UPSVaR è aumentato del 10% rispetto a novembre il numero di persone in cerca di lavoro immediatamente in grado di essere assunte a 135.517 cifra tuttavia in leggero calo dell’1,94% su base annua.

Calcolando il totale delle persone in cerca di lavoro, il tasso di disoccupazione ha raggiunto a dicembre il 6,01%, risultato invariato nel confronto mensile e in lieve flessione di 0,18 punti percentuali rispetto a dicembre 2018.

In dicembre sono risultate in miglioramento quattro regioni su otto, soprattutto Banská Bystrica e Prešov, mentre il tasso di disoccupazione è salito nelle altre quattro.

Il ministero del Lavoro ha inoltre sottolineato che nei dodici mesi del 2019 si è raggiunto il minimo storico di disoccupazione in Slovacchia, pari al 6,11% complessivo. Gli uffici del lavoro hanno registrato lo scorso anno il numero più basso di disoccupati dal 1993. Commentando queste cifre il primo ministro Pellegrini ha detto che la disoccupazione non è più indicata come un problema in Slovacchia ed uscita dal dibattito sociale grazie ai risultati eccellenti raggiunti. Ma non è sempre stato così. Pellegrini ha ricordato che nel gennaio 2001 la disoccupazione in Slovacchia era oltre tre volte tanto, al 19,79%. Il ministro del Lavoro Ján Richter ha sottolineato il lavoro del suo dicastero e degli uffici del lavoro sulle categorie cosiddette svantaggiate di disoccupati, come i disoccupati di lungo periodo, i giovani sotto i 25 e 29 anni o le persone di età superiore ai 50 anni.

(Red)

Foto stockmonkeys.com cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.