Come è andata la conferenza sulla Libia a Berlino

Sedici tra paesi e organizzazioni internazionali si sono riuniti ieri a Berlino e hanno approvato un accordo che prevede il cessate il fuoco permanente in Libia, un embargo sulle armi e l’avvio di un processo politico per raggiungere l’obiettivo di un governo di unità nazionale. Il premier Fayez Al Sarraj e il generale Khalifa Haftar – ovvero le due fazioni opposte sul territorio libico – avevano avuto incontri separati con la cancelliera Angela Merkel prima degli inizi dei lavori, proprio sulla base di un documento preparato dal governo tedesco. La dichiarazione condivisa della conferenza è arrivata dopo quattro ore di colloqui fra i leader internazionali, ma non ha ricevuto l’avallo formale dei due leader che si contendono il controllo del paese. I due infatti, pur essendo in città non si sono incontrati di persona, né hanno partecipato direttamente ai lavori.

Continua su Wired

Foto thierry ehrmann cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.