I sussidi statali per le auto elettriche finiti in soli quattro minuti

Sono bastati meno di quattro minuti per prosciugare il budget messo a disposizione dal ministero dell’Economia per l’acquisto di nuove vetture elettriche. Per essere più precisi, 3 minuti e 41 secondi. Il sito dedicato alle registrazioni online, www.chcemelektromobil.sk, che per ben due volte la scorsa settimana è andato in crash a causa della valanga di accessi, è stato di nuovo preso di assalto lunedì alle 12:00, orario a partire dal quale si poteva registrare la propria richiesta preliminare di contributo.

L’intero importo di sei milioni destinato a sostenere l’acquisto di veicoli elettrici è stato completamente riservato da 668 domande di sovvenzione per un totale di 786 vetture a emissioni zero o quasi. Nove domande su dieci riguardano veicoli 100% elettrici, per i quali l’Agenzia slovacca per l’innovazione e l’energia (SIEA), ente del ministero dedicato al sostegno dell’energia rinnovabile e delle innovazioni verdi, concede un contributo di 8.000 euro. Di 5.000 euro invece la quota a carico dello Stato per una nuova autovettura ibrida plug-in. I privati possono fare una sola domanda, gli imprenditori fino a tre.

Da oggi l’agenzia invierà ai candidati registrati le informazioni sulle fasi successive per la presentazione ufficiale di una domanda completa. Si avranno poi 12 mesi per comprare l’auto (che non costi oltre 50.000 euro) con il rimborso del sussidio da parte dello Stato, senza leasing. E dovranno tenerla almeno due anni.

Il ministero ha dichiarato soddisfazione per il successo della gara che nel giro di brevissimi minuti ha visto registrarsi sul sito circa 3.000 persone, arrivate a 4.000 nella prima mezz’ora.

(La Redazione)

Foto FranckinJapan CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.