Euromafie: anche la Slovacchia di Kuciak e Vadalà nello Speciale Tg1 di domani

Domenica 15 dicembre su RAIUNO andrà in onda uno Speciale TG1 intitolato EUROMAFIE della giornalista Maria Grazia Mazzola. Un’inchiesta di un’ora sugli omicidi di Daphne Caruana Galizia, Ján Kuciak e Martina Kušnírová. Mafie e affari sporchi tra Malta, Slovacchia e Olanda, tra frodi fiscali, traffico di cocaina, riciclaggio di denaro sporco. Con il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Cafiero De Raho, il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, don Luigi Ciotti e varie testimonianze inedite.

Scrive Maria Grazia Mazzola:

«Dopo mesi e mesi di indagini ho scoperto ciò che vedrete. Posso solo dire che tanta fatica, ostacoli di ogni tipo, e impegno, è un gesto d’amore nella ricerca della verità per Daphne, Ján e Martina. Impegno d’amore verso i cittadini ai quali la verità è dovuta!»

Maria Grazia Mazzola si occupa da tempo del tema “mafie”, e si è interessata degli omicidi di due giornalisti europei che hanno saputo scavare tra le carte per scoprire il marcio nei propri paesi, Ján Kuciak in Slovacchia, ucciso da un killer nella sua casa con la fidanzata il 21 febbraio 2018, e Daphne Caruana Galizia a Malta, saltata in aria con la sua auto il 16 ottobre 2017. Un impegno che l’ha vista in prima linea a La Valletta anche nelle ultime settimane, quando la verità su esecutori e mandanti di Dafne si sta facendo luce con fatica, toccando molto da vicino il primo ministro Muscat.

Vedi qui l’anteprima video dello speciale

 

E in Slovacchia Mazzola è tornata più volte nel corso dell’ultimo anno, per capire le ragioni che hanno provocato l’ordine di uccidere un giovane giornalista (27 anni) che a detta di molti era particolarmente bravo a leggere tra le righe e che aveva scoperto circostanze e connessioni indicibili tra affari, crimine e politica, nonché tra elementi legati alla ‘ndrangheta e il governo slovacco in carica. Grazie al suo impegno è stata organizzata per la prima volta una conferenza specifica sul tema “mafie” in Slovacchia con ospiti importanti dall’Italia. Mazzola ha rivelato per prima negli ultimi mesi diversi documenti inediti sulle coperture politiche della ‘ndrangheta in Slovacchia e gli affari del narcotrafficante internazionale Nino Vadalà, di recente condannato a Venezia dopo l’estradizione concessa da Bratislava.

Kuciak è stato pedinato e fotografato nei mesi precedenti il suo omicidio, commissionato dall’uomo d’affari Marián Kočner. Un destino incrociato con quello della giornalista Daphne Caruana Galizia, assassinata quattro mesi prima con un’autobomba a La Valletta. A Malta parlano i giornalisti minacciati, amici di Daphne, la sua famiglia e l’avvocato che segue le indagini. Daphne è stata uccisa per avere denunciato la corruzione politica e per avere scoperto la società offshore 17Black del miliardario Jorgen Fenech, arrestato il 20 novembre e indicato come uno dei mandanti. Questa la nuova pista investigativa che è arrivata al cuore del governo tra proteste di piazza e le dimissioni annunciate del premier Muscat.

In Europa è emergenza mafie. Come sottolinea Mazzola, il porto di Rotterdam permette l’ingresso della maggior parte della cocaina proveniente dal Sudamerica, e Amsterdam è diventata un rifugio per i latitanti italiani. Clan italiani e stranieri stanno investendo nei Paesi dell’Unione Europea dove – fatta eccezione per l’Italia – manca una legislazione antimafia.

_
Speciale Tg1, domenica 15 dicembre ore 23.30 – Raiuno
“EUROMAFIE”
di Maria Grazia Mazzola
Montaggio di Fabio Fedeli, ricerche di Giovanna Crispino

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.