Solo un quarto dei medicinali innovativi dell’UE sono disponibili in Slovacchia

Secondo il partito Za Ľudi (Per la gente) la Slovacchia è troppo indietro nella cura dei tumori con farmaci innovativi. Di tutti i medicinali di questo tipo registrati nell’Unione europea, solo il 24% raggiunge la Slovacchia, mettendo il paese agli ultimi posti nell’UE in questo riguardo, dietro anche a Romania o Polonia. Per i pazienti della vicina Repubblica Ceca sono disponibili il 90% di questi farmaci moderni. La responsabile del partito per la politica sanitaria Andrea Letanovská afferma che per il processo di registrazione in Slovacchia dei nuovi farmaci approvati dall’UE, unico modo per renderli rimborsabili dalle assicurazioni sanitarie, passano di solito 43 mesi, e altri nove perché i pazienti slovacchi possano essere rimborsati. Mentre nella Repubblica Ceca tutto il processo non prende più di 34 mesi. Del resto, sottolinea Letanovská, in Slovacchia muoiono ogni anno 5.000 persone a causa di malattie che sarebbero trattabili. In Repubblica Ceca solo 1.700.

Secondo il ministero della Salute dal gennaio 2018 l’elenco dei farmaci è stato ampliato per consentire ai grossisti di medicinali costosi di nuova generazione di accelerare il processo per la registrazione e inserirli nella lsita dei medicinali ordinari rimborsabili. In questo periodo sono stati inseriti quasi 80 medicinali per il trattamento di malattie rare e 90 per altre gravi condizioni terapeutiche, secondo il ministero.

(Red)

Foto Belova59 CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.