Presentato in Ambasciata a Bratislava il progetto Albergo etico

Giovedì 28 novembre l’Ambasciata d’Italia a Bratislava ha ospitato presso la Residenza dell’Ambasciatore Gabriele Meucci una presentazione al pubblico slovacco, nella cornice della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, del progetto “Albergo etico“, eccellenza italiana nell’impresa sociale e nella valorizzazione del talento nella disabilità.

Albergo etico è una iniziativa di alto valore sociale che punta all’inclusione di giovani affetti da sindrome di down e disabilità intellettive in strutture di ristorazione e ospitalità. Alla serata, cui era presente tra gli altri il vice presidente del Parlamento slovacco Martin Klus, il fondatore del progetto Alex Toselli ha potuto illustrare a una platea autorevole la storia di questa impresa sociale, che oggi include diverse strutture in Italia e all’estero.

Tra queste anche l’Hotel Bivio aperto lo scorso anno a Bratislava, aderente alla rete “alberto etico”, il cui direttore ha preso la parola. Il Bivio fa capo all’Associazione per aiutare le persone con disabilità intellettive nella Repubblica Slovacca (ZPMP v SR), una iniziativa civica nata nel 1980 che raccoglie circa 10mila associati in organizzazioni locali in tutte le regioni slovacche. Bivio è un accogliente hotel familiare nel quartiere Rača, ai piedi dei Piccoli Carpazi, che dispone di una decina di camere decorate con opere di artisti con disabilità intellettive.

Al termine della presentazione si è svolta una degustazione di piatti italiani con la collaborazione dello staff della struttura dell’Albergo etico di Asti e dell’Hotel Bivio.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.