Bratislava si prepara, nel 2020 avrà la sua Banca alimentare

In collaborazione con l’associazione Free Food, il comune di Bratislava sta preparando un progetto di Banca alimentare, che dovrebbe partire nel 2020. Il piano prevede la creazione di un sistema di cooperazione con i negozi alimentari locali, che dovrebbero donare il cibo invenduto a ridosso della scadenza, il quale dovrebbe essere immagazzinato in un locale comunale e distribuito ad organizzazioni che aiutano gli anziani, i senzatetto e le persone in condizioni sociali difficili.

Ad oggi Bratislava risulta l’unica capitale del Gruppo Visegrad a non avere una banca alimentare organizzata dal comune. Il progetto probabilmente prenderà corpo alla fine dell’estate prossima, e nel frattempo sarà ristrutturato per questo scopo un magazzino di proprietà municipale, per una spesa stimana in 200.000 euro. Come visto nella recente esperienza di Brno, in Repubblica Ceca, la città di Bratislava potrebbe recuperare e destinare a persone bisognose circa 200 tonnellate di alimentari ogni anno.

Oggi nella capitale slovacca sono in corso diverse iniziative in questo senso, grazie all’impegno di organizzazioni caricatevoli che hanno un accordo con le catene di distribuzione alimentare, ma sono azioni che risolvono solo parzialmente il problema delle eccedenze e gli scarti di cibo.

(Red)

Foto usdagov cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.