L’Unione europea ha dichiarato l’emergenza climatica

Con 429 voti a favore, 225 contrari e 19 astensioni, l’Europarlamento ha approvato una risoluzione che dichiara un’emergenza climatica e ambientale in Europa e nel mondo, chiedendo dunque alla Commissione Ue che di garantire che tutte le proposte legislative e di bilancio pertinenti siano pienamente in linea con l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale al di sotto di 1,5 °C. Si tratta di una decisa presa di posizione che arriva dopo quelle già approvate in un crescente numero di Paesi nel mondo (ma non in Italia).

Il Parlamento europeo ha scelto di privilegiare un approccio pragmatico, votando un’altra mozione – passata con 430 voti favorevoli, 190 contrari e 34 astensioni – che esorta l’Unione a presentare alla Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici una strategia per raggiungere la neutralità climatica al più tardi entro il 2050; i deputati chiedono inoltre alla nuova presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen di includere nel Green deal europeo un obiettivo di riduzione del 55% delle emissioni di gas serra entro il 2030, rispetto all’attuale -40%.

Un impegno da ribadire a stretto giro di posta, dato che la Cop25 – a Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici – si terrà dal 2 al 13 dicembre a Madrid. «Il Parlamento europeo ha appena adottato una posizione ambiziosa in vista della prossima Cop25 di Madrid – sottolinea al proposito Pascal Canfin, presidente della commissione parlamentare per l’Ambiente, la salute pubblica e la sicurezza alimentare –. Data l’emergenza climatica e ambientale, è essenziale ridurre le nostre emissioni di gas a effetto serra del 55% entro il 2030. Si tratta inoltre di un messaggio chiaro e tempestivo alla Commissione, alcune settimane prima della pubblicazione della comunicazione sul Green deal».

(Fonte Greenreport)

Foto BS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.