Il Consiglio d’Europa critica le modifiche slovacche alla legge sull’aborto

Il commissario del Consiglio d’Europa per i diritti umani Dunja Mijatovic ha espresso preoccupazione per le proposte di emendamento alla legge sull’aborto slovacca. Il Parlamento alla fine di ottobre ha promosso in prima lettura il provvedimento presentato dal Partito nazionale slovacco (SNS), secondo il quale le donne che desiderano un aborto dovrebbero essere sottoposte a esame ecografico ed ascoltare il battito cardiaco dell’embrione o del feto nel loro grembo. Inoltre, verrebbe totalmente vietata qualsiasi forma di pubblicità alla possibilità di abortire.

Con una lettera inviata ai parlamentari slovacchi il commissario chiede di respingere l’emendamento, segnalando che il disegno di legge così modificato rischierebbe di limitare l’accesso delle donne all’esercizio dei loro diritti nel campo della salute sessuale e riproduttiva. E andrebbe in conflitto con le norme sui diritti umani dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), in quanto impedirebbe ai professionisti della salute di fornire informazioni sui servizi di aborto sicuro e legale.

(Red)

Foto tornadogrrrl cc by nc

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.