Bilancio 2020, l’UE lo critica ma approva la proposta del governo

Bruxelles ha accettato la proposta di bilancio 2020 della Slovacchia, ma ha avvertito che non sarebbe pienamente conforme ai requisiti dell’UE. La Commissione europea ha messo in guardia su alcuni rischi di scostamento dei valori del saldo strutturale del bilancio, nonché le regole di spesa. Ha in ogni caso evidenziato che il debito della Slovacchia è sotto il livello di guardia del 60% del PIL, ha informato il ministero delle Finanze sul suo sito web. Secondo i funzionari del ministero, la Commissione ha valutato in modo elastico il documento di programmazione economica slovacco tenendo conto del rallentamento della crescita economica, delle influenze esterne sul suo sviluppo e della “copiosa quantità di legislazione preelettorale” messa in campo dal governo slovacco per far quadrare i conti.

Il ministro delle Finanze Kamenický (Smer-SD) ha detto che prevedeva un tale atteggiamento da parte di Bruxelles, e ha affermato di avere l’ambizione «che il bilancio venga approvato senza ulteriori modifiche», che apporterebbero un maggior carico di spese, e quindi di deficit, sul prossimo anno. Se riusciamo a salvarlo dalla «creatività pre-elettorale dei parlamentari», ha detto, «il disavanzo del 2020 dovrebbe rimanere allo 0,49% del PIL». Il Parlamento discuterà la proposta di bilancio dello Stato per i prossimi tre anni nella sessione parlamentare che inizierà il 26 novembre.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.