Bratislava, l’anno prossimo i lavori di restauro alla Torre di San Michele

Il prossimo anno dovrebbero partire i lavori di restauro della Torre di San Michele (Michalská veža) di Bratislava, uno dei monumenti più noti della capitale. Si deve tuttavia prima approvare il bilancio comunale per il 2020 e prevedere l’acquisizione di fondi aggiuntivi da fonti esterne. Il costo dell’operazione sulla torre, l’unica porta rimasta delle fortificazioni cittadine che oggi ospita il Museo comunale delle armi, sono stimati in 1,5 milioni di euro.

Le condizioni della torre sono da tempo segnalate come bisognose di una ristrutturazione globale, da cima a fondo. L’ultima fu realizzata oltre 40 anni fa, ancora ai tempi del regime comunista, che aveva una certa attenzione per i monumenti storici. Il restauro fu già annunciato nel 2017. Si rende necessario ripristinare gli intonari della facciata e degli interni, e la struttura del tetto storico, ma anche le finestre, il quadrante dell’orologio, le campane e gli elementi decorativi e protettivi in metallo. Saranno restaurati pure la statua dell’Arcangelo Michele sulla sommità, uno stemma in pietra e il cartiglio bronzeo sulla facciata che ricorda il rifacimento Teresiano del 1758. Saranno infine rifatte le parti tecniche come gli impianti, la scala in legno e la balconata panoramica sospesa all’ultimo piano della torre.

Risalente al XIV secolo, con i suoi 51 metri la Torre di San Michele sormonta l’omonima porta settentrionale della città, mentre le altre tre porte sono andate distrutte nel corso dei secoli. L’edificio di guardia a nord del borgo storico prese il nome dalla chiesa gotica di San Michele, che si trovava subito fuori delle fortificazioni e fu demolita nel XVI secolo per difendersi meglio dai turchi. Fu più volte ampliata fino ad ottenere il suo aspetto attuale nel XVIII secolo, poco prima che quasi tutte le fortificazioni della città fossero demolite. Fu allora, a metà Settecento, che l’originale tetto gotico fu trasformato secondo lo stile barocco nell’attuale tetto a cipolla, che fa della torre uno dei punti di riferimento della Città Vecchia. La balconata esterna alla quale si accede dall’ultimo piano della torre si ha una vista splendida sulla collina del castello, sui tetti e le altre torri della città, nonché sulla zona residenziale sulle vicine colline. Sulla cima della torre c’è una statua dell’Arcangelo Michele mentre uccide un drago. Sulla strada che passa sotto la porta si trova il cosiddetto “chilometro zero” che elenca le distanze da Bratislava da 29 capitali del mondo.

Il Museo delle armi attualmente ospistato nell’edificio è dedicato alla storia delle fortificazioni della città. Sono in mostra armi antiche, attrezzature militari e da torneo, fino a uniformi e armi della prima guerra mondiale. La torre, ovvero il museo, è aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10.00 alle 17.00, sabato e domenica dalle 11.00 alle 18.00.

(Red)

Foto Fred Romero cc by
peter89ba CC0, P.Zelizňák CC0
Gryffindor cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.