Kamenický: adeguamenti in Parlamento per un deficit allo 0,49%

Parlando della manovra di bilancio mercoledì dopo la riunione del gabinetto, il ministro delle Finanze Ladislav Kamenický (Smer-SD) ha rivendicato l’atteggiamento di attenzione e responsabilità per presentare un documento in condizione da essere approvato in Parlamento senza problemi. Ci sono ancora alcuni adeguaemnti necessari per ridurre il disavanzo pubblico nel 2020 non oltre lo 0,49% del prodotto interno lordo (PIL). Fra l’altro, il ministro ha ammesso non c’è sufficiente volontà in Parlamento per approvare l’aumento delle accise sul tabacco, per cui erano stati conteggiate 50 milioni di entrate l’anno prossimo, e sarà necessario coprire l’ammanco in altro modo.

Secondo la proposta di bilancio il deficit per quest’anno sarebbe dello 0,68% del PIL, mentre la Commissione europea contesta tale cifra e dice che si sfora allo 0,9%, e dice lo stesso l’FMI. Kamenický afferma che Bruxelles non considera nelle sue previsioni autunnali alcuni adeguamenti e misure che il ministero delle Finanze ha messo in cantiere, come ad esempio le entrate straordinarie dell’imposta speciale sulle banche decisa da poco. Il ministro è convinto che questa tassa è cruciale per la riduzione del disavanzo 2020 allo 0,49%.

Il Consiglio per la responsabilità di bilancio (RRZ) avverte da tempo del pericolo reale di una crescita incontrollata del rosso nelle finanze pubbliche fino all’1,2% del PIL.

(Red)

Foto stevepb CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.