Kotleba (ĽSNS) lancia intesa elettorale con alcuni partiti minori

Il Partito popolare Nostra Slovacchia (ĽSNS), la formazione parlamentare di estrema destra guidata da Marian Kotleba, ha siglato un’intesa per una azione comune in vista delle elezioni parlamentari di febbraio con quattro partiti minori: Democrazia cristiana – Vita e prosperità (KDŽP), Coalizione nazionale (NK), Doma Dobre e Priama demokracia (Democrazia diretta).

Secondo il memorandum, i partiti minori potranno presentare 35 candidati su 150 sulla lista elettorale del partito ĽSNS, che sarà presentata entro la fine del mese. Da tempo nei sondaggi ĽSNS è dato sopra al dieci per cento, dopo avere ottenuto l’8,4% alle politiche del 2016, entrando per la prima volta in Parlamento.

Tutti insieme i partiti dell’intesa faranno inoltre una proposta di un approccio congiunto nella campagna elettorale – non è chiaro se una lista cogiunta o un patto di non aggressione come sta facendo la destra democratica – a Štefan Harabin, giudice della Corte suprema che ha da poco lanciato il partito Vlasť (Patria) dopo essere arrivato terzo nella gara per la presidenza della Repubblica la scorsa primavera. Era stato lo stesso Harabin a lanciare l’idea qualche giorno fa, ma voci di corridoio erano da tempo nell’aria.

Tra i quindici punti dell’accordo vi è il “ripristino della sovranità statale”, l’autosufficienza alimentare ed energetica, ma anche il rifiuto delle unioni registrate, la protezione del matrimonio come unione di un uomo e una donna, il ritorno delle imprese strategiche nelle mani dello Stato e l’istituzione di una unica compagnia di assicurazione sanitaria sotto il controllo pubblico. Obettivo dell’accordo è, secondo Kotleba, non disperdere alcun voto degli elettori cristiani e nazionalisti, salvando «la Slovacchia come patria dei nostri figli in modo che possano crescere in uno stato normale e non in uno stato dominato da oligarchi, e in un paese che sarebbe umiliato dal liberalismo estremo». Da notare che Kotleba ultimamente si presenta spesso con un crocefisso appuntato al bavero della giacca o in bella vista dietro di lui nei video che posta sui social (non disdegnando il russo Vkontakte, piuttosto che il capitalista Facebook).

(Red)

Foto naseslovensko.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.