Naka: due arresti alla centrale di Mochovce per frode

Una squadra specializzata dell’Agenzia nazionale anticrimine Naka dal nome in codice Elektro è intervenuta questa mattina nel sito della centrale nucleare di Mochovce per l’operazione “Manager”. Come ha riferito la polizia stessa, sono state arrestate due persone: un direttore di dipartimento di una società per azioni (presumibilmente l’azienda che ha in gestione la centrale, Slovenské elektrárne) e un rappresentante di uno dei fornitori di lavori e servizi nel completamento delle unità nucleari 3 e 4. Oltre ad avere ispezionato il sito della centrale, gli agenti hanno anche setacciato la sede di una società nel distretto di Levice.

Secondo quanto comunicato dalla polizia, l’azione è correlata alla fornitura di servizi, le cui fatture hanno aumentato di circa il 1000% (mille per cento) il valore dei lavori realmente eseguiti. Tutte le fatture gonfiate sono state regolarmente pagate al fornitore.

Slovenské elektrárne ha confermato l’arresto di un dirigente intermedio, uno slovacco che avrebbe concorso con la società fornitrice nel pagamento delle fatture ingigantite. Questo è il secondo raid della polizia negli ultimi mesi presso la centrale. In estate ci fu un intervento relativamente ai mancati pagamenti ai subappaltatori dalla società italiana Solesi, una controversia del valore di diversi milioni di euro.

(Red)

Foto FB, MHSR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.