Kamenický: 60% dei pagamenti sono in contanti

La Slovacchia è tra i paesi con la maggiore crescita nell’utilizzo della cosiddetta “moneta di plastica”, e uno dei leader nei pagamenti senza contatto. Ma i pagamenti in contanti dominano ancora in termini di volume di transazioni, che sono oggi al 60% circa, come ha comunicato il ministro delle Finanze Ladislav Kamenický la scorsa settimana, meglio in ogni caso della media UE pari all’80%. Il ministro spinge per migliorare ancora, e promette di sostenere misure che aiuteranno a introdurre moderne tecnologie di pagamento senza contanti, per meglio combattere l’economia grigia, prendendo esempio dai paesi dell’Europa del Nord, come la Svezia, dove solo il 20% dei pagamenti è in contanti.

Secondo le statistiche dell’Associazione delle banche slovacche (SBA), a fine 2018 le carte di pagamento erano quasi 5,3 milioni, con all’attivo un numero superiore ai 150 milioni di transazioni e un totale transato di più di 7,3 miliardi di euro. Il numeo di transazioni contactless è passato a quasi 90 milioni dai 73 milioni di fine 2017.

Anche internet e mobile banking stanno sempre più prendendo piede tra gli slovacchi, e sono usati dal 78% dei cittadini, soprattutto giovani (15 – 29 anni).

(Red)

Foto Robert cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.