In corso le esercitazioni militari “Slovak Shield 2019” con migliaia di soldati e attrezzature slovacchi e stranieri

È iniziata lunedì, e dura tutta una settimana, la fase finale delle esercitazioni militari denominate “Slovak Shield 2019” (in slovacco: Slovenský štít), che saranno le manovre più grandi per quest’anno sul territorio della Slovacchia. All’esercitazione, che si svolge presso le strutture militari di Lešť e il campo di addestramento di Kolíňanský vrch, parteciperanno circa 1.500 soldati delle Forze armate slovacche, cui si aggiungono le truppe (un altro migliaio) impegnate nelle contemporanee operazioni di appoggio Air Shield 2019 e Clear Sign 2019.

Il contesto dell’esercitazione è una operazione congiunta su piccola scala di brigata meccanizzata in ambiente multinazionale, e vi prendono parte anche soldati di fanteria portoghesi, squadre motorizzate ungheresi e polacche all’interno del battaglione meccanizzato Martin, e poi militari della guardia nazionale dell’Indiana (Usa) e dell’esercito ceco. Nel corso dell’addestramento saranno coinvolti direttamente quasi 1.000 militari dell’Aeronautica slovacca, aerei militari L-39 e L-410, i caccia MiG-29, aerei da trasporto C-27J Spartan di produzione italiana, gli elicotteri Mi-17 e UH-60M Black Hawk che operano dall’aeroporto di Sliač e gruppi antiaerei 2K12 KUB e IGLA. Impegnati anche i membri della brigata missilistica antiaerea di Nitra sempre schierati all’aeroporto operativo di Sliač. Mentre altri membri della brigata assicurano una protezione completa della parte designata dello spazio aereo slovacco con i sistemi missilistici 2K12 KUB schierati sulla collina di Kolín.

(Red)

Foto MOSR

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.