L’Università di Tecnologia STU rafforza la cooperazione con il settore accademico cinese

Mercoledì 6 novembre l’Università slovacca di tecnologia (STU) di Bratislava ha firmato un protocollo d’intesa con l’Istituto per lo sviluppo sostenibile urbano e comunitario di Pechino e Hong Kong e con il professor Khald El Adlim, esperto delle Nazioni Unite in pianificazione urbana sostenibile. La STU, che collabora da otto anni con l’Università Jiaotong di Shanghai, ha ampliato le sue attività in Cina con un accordo volto allo sviluppo sostenibile delle città e alla creazione di un centro di eccellenza cinese. L’ateneo slovacco dovrebbe inoltre collaborare alla progettazione dell’isola cinese di Chongming Dao, una delle aree più rurali di Shanghai, dove nei prossimi anni verrà costruita un’eco-città. Con il piano generale urbano e agricolo, il governo cinese mira a integrare l’agricoltura specializzata e lo sviluppo sostenibile.

Il memorandum prevede la cooperazione tra settori accademici, con la partecipazione di città, comuni e settore economico. L’iniziativa offrirà alle aziende slovacche nel settore dell’urbanizzazione l’opportunità di collaborare con partner cinesi. Questa è una sfida importante, dato che esiste una forte concorrenza in questo campo, ma la Slovacchia può contare sull’esperienza del cluster Smart City che comprende i settori accademico, pubblico e commerciale. Il vice primo ministro degli Investimenti e dell’Informatizzazione, Richard Raši, ha espresso soddisfazione per la firma del memorandum descrivendolo come un passo importante per lo scambio di esperienze tra università e la formazione di molti altri attori nel processo di urbanizzazione intelligente.

(Fonte BDE)

Foto Wizzard cc by sa
Imperial Palace Construction & Consulting (Fb)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.