Nuova centrale nucleare a Bohunice, non prima del 2035

La costruzione di una nuova centrale nucleare a Jaslovské Bohunice (regione di Trnava) potrebbe diventare reale non prima dell’anno 2035. Il ministero dell’Economia intende prolungare a sessant’anni la durata della centrale nucleare V2 in funzione a Jaslovské Bohunice, dunque fino al 2044-45, venti in più della scadenza attuale, fatto che impedirà di mettere mano prima alla costruzione del nuovo impianto nucleare. Sarebbero necessari enormi investimenti per aggiornare la rete elettrica per gestire un funzionamento simultaneo dei due impianti a causa della somma delle capacità produttive. I due reattori della centrale V2 hanno una capacità installata totale di 1.010 MW e i due della nuova centrale avranno una capacità di almeno 1.200 MW. Queste informazion provengono dal rapporto periodico del ministero sulla fornitura di elettricità in Slovacchia, in cui viene sottolineato che la Slovacchia dovrebbe proseguire con questo nuovo progetto considerato strategico per il futuro energetico del paese.

Sullo stesso sito di Bohunice sono ancora in corso i lavori di dismissione della centrale V1, i cui due reattori sono stati spenti nel 2006 e 2008 come una delle condizioni per permettere l’ingresso della Slovacchia nell’UE e che non furono inclusi nella privatizzazione a Enel. Avviati nel 2011, i lavori di decommissioning avrebbero dovuto concludersi nel 2025, con una spesa stimata in 1,1 miliardi di euro, ma la scadenza è stata prorogata. Anche di recente è stato concesso un ulteriore finanziamento dell’Unione europea, approvato dal Parlamento europeo. Il suo spegnimento ha comportato una riduzione della produzione di energia elettrica in Slovacchia di ben 880 megawatt di capacità installata.

Secondo un sondaggio del 2013 tra i residenti del villaggio di Jaslovské Bohunice, il 63% degli intervistati erano favorevoli all’erezione di un nuovo impianto nucleare. Il progetto è stato valutato a livello ministeriale e nel 2013 la Società per l’energia nucleare JESS, consorzio tra l’agenzia statale slovacca JAVYS e la società energetica ceca CEZ, ha acquistato 20 ettari di terreno per il nuovo sito.

(Red)

Foto: le torri di raffreddamento della centrale di Bohunice
János Korom Dr. cc by sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.