Aumenta la ricchezza degli slovacchi, spinta dai prezzi degli immobili

Secondo un sondaggio della Banca nazionale slovacca (NBS) sulla situazione finanziaria e i consumi delle famiglie pubblicato da VUB Banka nel suo bollettino mensile, la ricchezza netta delle famiglie slovacche è cresciuta di quasi il 40% nell’ultimo triennio, e oggi è pari a 70.000 euro. La crescita può essere attribuita quasi per intero agli aumenti di valore degli immobili. Infatti, del patrimonio complessivo delle famiglie oltre l’80% è rappresentanto da proprietà immobiliari.

Solo quest’anno, tra luglio e settembre il prezzo medio delle abitazioni è cresciuto del 3% rispetto al trimestre precedente. Nei primi nove mesi di quest’anno l’aumento su base annua è stato pari al 7,7%. In ogni caso, si tratta di ricchezza non monetizzabile, in quanto per l’89% si tratta di case e appartamenti in cui vivono i loro proprietari, dicono gli analisti di VUB, una percentuale tra le più alte in Europa. Cresce però anche il numero di famiglie che possiede due o più unità immobiliari, passata dal 19% al 28%, mentre il resto della nuova ricchezza netta è in altre forme, divisa tra automobili, proprietà legate a una impresa, oggetti di valore e fondi finanziari.

Insieme alla ricchezza è cresciuto anche il livello medio di debito delle famiglie. L’indagine NBS mostra che il debito è raddoppiato in tre anni, in particolar modo a causa dei prestiti immobiliari, ma rimane stabile la percentuale di famiglie indebitate (poco più di una su tre – 37%). Il denaro delle famiglie slovacche è concentrato soprattutto in depositi bancari (70%), oggi a rendimento nullo.

(Red)

Foto pixabay CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.