Modifiche al codice della strada, raddoppiano le multe per chi telefona alla guida

Il Parlamento ha approvato oggi un emendamento al codice della strada che va a ritoccare diverse norme relative al traffico stradale e al pedaggio autostradale. La modifica che forse più interessa chi guida è che è stata raddoppiata la multa per chi usa il telefono cellulare al volante, salvo per chi fa uso di dispositivi vivavoce. Il divieto include anche altri dispositivi di telecomunicazione, audiovisivi e simili. La multa passa da 50 a 100 euro per il pagamento sul posto, e da 100 a 200 euro in caso non sia possibile il pagamento immediato e la sanzione venga saldata in un secondo momento.

Dall’anno prossimo sarà disponibile una vignetta autostradale valida per 365 giorni, vale a dire dal giorno di acquisto per un intero anno. Fino ad ora il contrassegno annuale è valido per l’intero anno civile, ovvero per il periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre. Chi lo acquista nei mesi successivi ne può usufruire soltanto in parte.

Vengono inoltre modificate le condizioni di parcheggio sul marciapiede e si sono decise misure per far fronte i troppi incidenti stradali causati da conducenti inesperti. Ai ciclisti sarà permesso di andare in bicicletta anche con un tasso alcolemico dello 0,5 per mille, se su una pista ciclabile o all’interno di una zona urbana, e sulle autostrade sarà obbligatoria la creazione di una corsia di emergenza in caso di colonne. Chi usa il monopattino elettrico sarà incluso tra i conducenti di veicolo non motorizzato, mentre fino ad oggi è definito come “pedone”. Viene infine modificato il sistema centrale di informazione sui parcheggi, e le persone con disabilità gravi riceveranno permessi di parcheggio intelligenti che, grazie ai sensori installati nei parcheggi riservati in Slovacchia, faciliteranno loro l’operazione di parcheggio.

(Red)

Foto Pxhere CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.