Il ministro Gál avvia procedimenti contro i giudici Jankovská e Harabin

Il ministro della Giustizia Gábor Gál ha presentato ieri una mozione per avviare un procedimento disciplinare nei confronti del giudice del tribunale regionale di Bratislava Monika Jankovská (in foto), suo ex vice fino alle dimissioni all’inizio di settembre, e del giudice della Corte suprema ed ex ministro della Giustizia Štefan Harabin.

Jankovská è accusata di aver violato il dovere di un giudice di soddisfare i requisiti per la competenza giudiziaria nel corso del suo intero mandato. Il procedimento disciplinare viene avviato perché lei ha mentito sull’incontro con un avvocato di alto profilo nella sua villa in Croazia, negando di esserci mai stata. I media hanno tuttavia trovato una fotografia sui social network che dimostrava il contrario. Dopo le dimissioni da sottosegretario, avvenute dopo che il quotidiano Dennik N ha pubblicato trascrizioni di chat tra lei e Marian Kočner che indicano come la donna abbia corrotto dei giudici con i soldi di lui per indirizzare i verdetti, Jankovská è tornata al suo lavoro di giudice dal quale era in aspettativa. Al momento Jankovská è in congedo per malattia e rifiuta di parlare con i media.

Quanto a Štefan Harabin, l’azione disciplinare riguarda le sue attività politiche, in contraddizione con l’incarico legale di giudice della Corte suprema. All’inizio del mese Harabin ha annunciato di essere il leader della lista elettorale del nuovo partito Vlasť (Patria), in attesa di registrazione. Harabin si era messo in aspettativa temporanea la scorsa primavera per la candidatura alla carica di presidente della Slovacchia, ed è poi tornato in servizio dopo essere arrivato al terzo posto. Ora invece non ha ancora rinunciato alla sua poltrona di giudice nonostante gli avvertimenti del ministro della Giustizia.

(Red)

Foto; Ministerstvo spravodlivosti SR (Fb)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.