Pellegrini e Gál: servono poteri rafforzati per agire sui giudici corrotti

Sia il Consiglio giudiziario che il Ministero della Giustizia dovrebbero avere maggiori poteri per agire nel caso di giudici che violano la legge. Questa è l’idea espressa ieri dal ministro della Giustizia Gábor Gál (Most-Hid) e dal primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD), che si sono incontrati con il ministro degli Interni Denisa Saková, il presidente del Corpo di polizia Milan Lučanský e rappresentanti del Consiglio giudiziario e della Procura generale.

Pellegrini ha garantito che il governo è pronto a preparare un emendamento legislativo in questo senso già nelle  prossime ore, con l’obiettivo di affrontare la situazione di crisi nella magistratura, devastata da diversi scandali e corruzione venuti alla luce con la decrittazione dei messaggi scambiati con l’uomo d’affari Marián Kočner, che con diversi procuratori e giudici ha intrattenuto rapporti di scambio di favori, facendo loro “sistemare” le cose in diverse cause giudiziarie che lo riguardavano.

Kočner, che è in attesa di andare a processo come mandante dell’omicidio del giornalista Ján Kuciak e della sua ragazza Martina Kušnírová, è stato incriminato anche per falsificazione di cambiali, un processo iniziato a settembre, e diversi capi di imputazione pendono sul suo capo per le rivelazioni sconvolgenti degli ultimi mesi, che hanno messo in luce come avesse il controllo dei gangli della magistratura e della polizia, anche attraverso suoi sodali come l’oligarca Norbert Bödör. Nelle chat dell’applicazione crittografata Threema usata da Kočner (decrittata grazie agli esperti di Europol) sono stati trovati nomi di insospettabili, che dal tono degli scambi di testo si può ragionevolmente sospettare che fossero a “libro paga” di Kočner.

Tra le persone che avevano una quotidianità di rapporti con lui ci sono la giudice ed ex sottosegretaria alla Giustizia Monika Jankovská, che nei piani dell’imprenditore sarebbe dovuta diventare ministro e che è stata costretta alle dimissioni il mese scorso; l’ex Procuratore generale Dobroslav Trnka, con il quale aveva diversi affari e che aveva contribuito a far nominare insieme al socio di riferimento del gruppo Penta Jaroslav Haščák, non nuovo a intrighi e protagonista del caso Gorilla; il Procuratore speciale Dušan Kováčik, cui aveva chiesto aiuto anche dalla galera; il procuratore Bystrík Palovič, che ha aiutato ad aggiustare sentenze a favore di Kočner in cambio di soldi; l’ex sostituto procuratore generale René Vanek, che lasciò il posto a marzo quando fu reso noto uno scambio di messaggi tra lui e Alena Zsuzsová, la donna che, secondo le accuse, per conto di Kočner aveva messo insieme la squadra che nel febbraio 2018 ha liquidato Kuciak; il capo della polizia finanziaria dell’Agenzia anticrimine NAKA Bernard Slobodník, e diversi altri che non stiamo ad elencare, perché ormai se ne è perso il conto. E nella lunghissima lista di relazioni ci sono anche ex amici, come l’ex vice Procuratore generale Peter Šufliarsky, che Kočner aveva ordinato di uccidere, e il procuratore Maroš Žilinka, che addirittura avrebbe dovuto essere ucciso insieme all’intera famiglia.

Infine, si è dimesso lunedì, sempre a causa di uno scambio con l’applicazione di messaggistica crittografata Threema trovata sul telefono di Marian Kočner, il presidente del tribunale distrettuale di Bratislava III David Lindtner. Il ministro Gál, che aveva intenzione di incontrare Lindter per ricevere spiegazioni, ha accettato le dimissioni «perché le cose che sono successe non sono accettabili». Quattro giudici della corte distrettuale avevano chiesto a Lindtner di lasciare l’incarico.

Ieri la Procura speciale ha presentato al Tribunale speciale le imputazioni per quattro persone accusate di avere organizzato l’omicidio di Kuciak. Kočner, che è in custodia dal giugno 2018, difficilmente vedrà di nuovo la luce del sole. Ci si aspetta ora che si cominci a indagare seriamente anche su tutti i suoi ‘contatti’ per fare una pulizia totale in magistratura e anche in politica.

(Red)

Immagine: Buongiorno Slovacchia

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.