Pellegrini concorda con Čaputová: serve operazione di “autopulizia” della magistratura

Dopo la nomina dei nuovi giudici della Corte costituzionale, il primo ministro Peter Pellegrini (Smer-SD) ha dichiarato di condividere l’opinione espressa dalla presidente Zuzana Čaputová sul potere giudiziario.

“La magistratura deve trovare meccanismi al suo interno per un’operazione di autopulizia, che le consenta di recuperare la fiducia da parte dei cittadini”, ha detto Pellegrini. La magistratura è e deve rimanere un organo indipendente e separato dal potere esecutivo e legislativo, ha ribadito il premier, ma fino a quando si permetterà ad alcuni giudici di fare un uso distorto della giustizia, il sistema non cambierà.

Secondo Pellegrini, il Consiglio giudiziario dovrebbe agire con maggiore vigore, trovando il coraggio e la determinazione necessari per affrontare coloro che offuscano la buona reputazione ed erodono la fiducia nella magistratura slovacca. Se il Consiglio giudiziario non ha i meccanismi per un’azione più incisiva deve richiederli e li riceverà a livello legislativo.

Pellegrini condivide le convinzioni espresse dalla presidente Čaputová sulla capacità dei nuovi giudici costituzionali di “contribuire alla giustizia e alla fiducia nel sistema giudiziario”.

(La Redazione)

Foto: Peter Pellegrini (Fb)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.