SaS: Martin Klus è il nuovo capogruppo. “I conflitti interni sono finiti”

Martin Klus, 39 anni, ex docente universitario e analista politico, è il nuovo capogruppo del partito Libertà e Solidarietà (SaS). Lo ha annunciato il presidente del partito Richard Sulík durante una conferenza stampa mercoledì 9 ottobre.
“I conflitti interni sono finiti”, ha commentato Sulík, riferendosi all’uscita di 21 esponenti del partito che nelle scorse settimane si erano raggruppati attorno alla “piattaforma democratica”. Tra essi, nomi e volti noti, come Ľubomír Galko, Jana Kiššová, Jozef Rajtár e Natália Blahová.

“Non è stato un conflitto sui valori, ma dopo tutto quello che abbiamo passato, sono contento che queste persone se ne siano andate”, ha commentato Sulík, aggiungendo che gli ex membri del partito hanno danneggiato l’immagine di SaS. Ora il loro posto sarà occupato da 23 nuovi membri, tra i quali il presidente della Regione autonoma di Bratislava (BSK), Juraj Droba.

Definitivamente archiviate le controversie, il partito è pronto per concentrarsi sulla campagna elettorale, ha dichiarato Martin Klus, aggiungendo che la nuova nomina costituisce per lui un onore. “Nessun nuovo governo orientato alle riforme potrà insediarsi senza l’apporto di Libertà e Solidarietà”, ha affermato.
Klus prende il posto di Natalia Blahová, espulsa il 5 ottobre scorso, durante il congresso del partito che si è svolto a Jasná, nei Bassi Tatra. Dei 119 esponenti di SaS presenti al congresso, 112 hanno sostenuto Sulík. In quell’occasione è stata anche approvata la lista finale dei candidati per le prossime elezioni generali del 2020.

Per parte sua, la piattaforma democratica ha assunto da tempo una posizione critica nei confronti del presidente Sulík: “Il partito è cambiato, ha perso la sua bussola morale e non abbiamo potuto fermarlo”.
“Oggi la SaS non è più il partito al quale io, piena di ideali, ho aderito 10 anni fa”, ha scritto Jana Kiššová su Facebook. “Per me, c’è un’atmosfera insopportabile in cui non voglio più soffocare…. È stata una decisione difficile, ma sono convinta che fosse l’unica possibile.”

“Kiššová è un’amica di famiglia da 17 anni, quindi mi dispiace molto che se ne sia andata così”, ha commentato Sulík. Sarà sostituita da Branislav Gröhling, che da anni si occupa del settore dell’istruzione e di progetti di formazione professionale.

Foto: frame video YouTube
Jana Kiššová (Fb)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.