Bratislava è veramente una “Smart City”?

L’84° posto su 102 città monitorate in tutto il mondo nell’Indice Smart City 2019 non sembra un grande risultato per la capitale della Slovacchia, che da anni punta a trasformarsi in una “città intelligente” riconosciuta a livello globale. E questo viene ormai considerato un elemento fondamentale per attirare investimenti e talenti e creare un potenziale “circolo virtuoso”.

L’Indice, elaborato dall’osservatorio Smart City dell’International Institute for Management Development (IMD) in collaborazione con l’Università di Tecnologia e Design (SUTD) di Singapore, si basa sulla percezione della città da parte dei residenti. In particolare, vengono valutati gli sforzi per rendere le città “intelligenti” e creare il giusto equilibrio tra gli “aspetti economici e tecnologici” e la “dimensione umana”.

L’Indice si concentra su cinque aree tematiche: salute e sicurezza, mobilità, attività, opportunità (lavoro e istruzione) e amministrazione della città.
Le 10 città più “intelligenti” del 2019 sono Singapore, Zurigo, Oslo, Ginevra, Copenaghen, Auckland, Taipei City, Helsinki, Bilbao e Dusseldorf, mentre la città italiana meglio classificata è Bologna, che si colloca al 18° posto.

Bratislava soffocata dal traffico…

I residenti di Bratislava hanno espresso le proprie critiche particolarmente sul settore della sanità, dei trasporti e dell’ambiente urbano. Strutture sanitarie di bassa qualità, scarsa pulizia nei quartieri cittadini più poveri, traffico eccessivo, code terribili e scarsa efficienza della rete di trasporto urbano, nonché mancanza di spazi verdi sono considerati gli elementi critici della capitale della Slovacchia.
Migliori le valutazioni riguardanti l’accessibilità a buone scuole, la creazione di posti di lavoro, la sicurezza pubblica e la qualità dell’aria.

All’interno del Gruppo di Visegrad, Bratislava e Budapest hanno ottenuto il risultato peggiore: la capitale dell’Ungheria si classifica soltanto all’83° posto, mentre Varsavia si colloca al 61° e Praga si distingue per il suo 19° posto.

Il sogno della “smart city”

Ma quali sono gli investimenti dell’amministrazione comunale per favorire la trasformazione della città in una vera “smart city” ecosostenibile?
Per quanto riguarda lo sviluppo di una mobilità urbana “sostenibile”, Bratislava ha elaborato un piano globale di integrazione tra il sistema di trasporto pubblico – che necessita per altro di una profonda ristrutturazione -, la rete viaria, i percorsi pedonali e le piste ciclabili. Un piano che prevede anche un’efficace politica di parcheggio e la riduzione del traffico automobilistico, oltre a misure specifiche per la tutela del parco forestale di Bratislava e l’aumento delle zone verdi urbane.
I progetti per la costruzione di moderne infrastrutture dunque proseguono, ma ci vorranno diversi anni prima che la loro realizzazione possa veramente incidere sulla qualità della vita dei cittadini.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.