Le carte d’identità elettronica slovacche saranno accettate in altri Paesi dell’UE

La Commissione europea ha approvato l’aggiornamento del piano di notifica del sistema slovacco di identificazione elettronica (eID) che permetterà ai cittadini slovacchi di utilizzare i servizi elettronici all’interno dell’UE.
Gli Stati membri dell’Unione saranno obbligati ad accettare non solo le carte d’identità elettronica slovacche, ma anche i permessi di soggiorno elettronici degli stranieri, secondo quanto comunicato dal Ministero degli Interni.

La Slovacchia è il dodicesimo Paese dell’UE ad aver completato il processo di notifica, dopo Germania, Italia, Croazia, Estonia, Spagna, Lussemburgo, Belgio, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca e Paesi Bassi.

La procedura, iniziata nell’aprile di quest’anno, è stata coordinata dalla Danimarca con l’ausilio di esperti di Francia, Germania, Italia, Slovenia e Ungheria, come ha spiegato il ministro degli Interni, Denisa Saková.
Il sistema di e-governance della Slovacchia è in corso di aggiornamento, per consentire anche agli stranieri di utilizzare i servizi elettronici slovacchi.

Foto: minv.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.