La Slovacchia è uno dei paesi più industrializzati dell’UE

L’industria è il pilastro dell’economia slovacca, e la Slovacchia è considerata uno dei paesi più industrializzati dell’Unione europea, come si ricava da un’analisi condotta da esperti di Poštová Banka.
L’industria offre lavoro al 36,5% della popolazione attiva nella Repubblica Ceca, al 31,3% in Polonia e a quasi un terzo dei lavoratori in Slovacchia. Nel gruppo Visegrad, l’Ungheria è all’ultimo posto, con solo il 27% della popolazione attiva impiegata nel settore industriale.

I nuovi Stati membri dell’Unione europea sono caratterizzati da economie più orientate all’industria, e occupano le prime posizioni della classifica per numero di dipendenti nel settore industriale. La media europea risulta, in effetti, inferiore, poiché circa un quinto dei lavoratori dipendenti europei è impiegato nell’industria, mentre il comparto dei servizi dà lavoro in media al 74% della popolazione attiva. In Slovacchia questa percentuale è inferiore, raggiungo solo il 65,4%.

Gli stati dell’UE con il maggior numero di dipendenti nel settore terziario sono i Paesi Bassi, con quasi l’84%, segue il Regno Unito con circa l’82%, e Belgio, Malta, Francia, Lussemburgo e Danimarca che hanno poco più dell’80%

In questo indicatore la Slovacchia si trova alla fine della classifica. La Romania è il paese che ha il minor numero di persone che lavorano nei servizi, con solo il 47%.

(Fonte BDE)

Foto Nicepik CC0
Foto usske.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.