Archeologi slovacchi in Egitto trovano una strada di 30 secoli fa

Archeologi dell’Accademia slovacca delle scienze (SAV) hanno fatto una importante scoperta all’inizio di settembrenella città egiziana di Tell el-Retaba. Presumono di aver trovato i resti di un’antica strada su cui un tempo venivano trasportati i materiali da costruzione. Si tratta di una struttura in argilla, un materiale simile a un cemento di terracotta, sostenuta da uno strato di mattoni verdastri e non cotti. L’infrastruttura è spessa circa 20 centimetri e larga poco meno di due metri. Gli esperti ritengono che attraverso questa strada venissero trasportati a piedi i mattoni e altri materiali su apposite slitte trascinate da operai e soldati.

La strada è stata scoperta dagli scienziati dell’Istituto di studi orientali della SAV di una missione archeologica congiunta polacco-slovacca mentre conducevano ricerche su una fortificazione dell’era del faraone Ramesse III (XX dinastia, XIII-XII secolo a.C.). Per il trasporto, gli egiziano avrebbero potuto usare una sospensione che era nota al tempo da più di mille anni.

Molto si conosce dei trasporti per vie d’acqua degli egiziani, soprattutto delle navi che solcavano il Nilo. Sui trasporti via terra invece si sa molto meno, dicono alla SAV, e per questo la scoperta è decisamente interessante.

(Red)

Foto Pxhere CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.