L’estate 2019 è la più calda mai registrata nell’emisfero settentrionale

In tutto il mondo ad agosto sono state registrate temperature torride o sopra la media che lo hanno fatto diventare il secondo agosto più caldo mai registrato e portato l’estate 2019 – estate meteorologica da giugno ad agosto –  ad essere la calda mai registrata nell’emisfero settentrionale, con record simili a quella del 2016. Il caldo ha anche influenzato la copertura di ghiaccio del Mare Artico che ad agosto ha raggiunto la seconda più piccola estensione mai registrata.

A dirlo è l’ultimo monthly global climate report della National oceanic and atmospheric administration Usa (Noaa), secondo il quale  ad agosto la temperatura media globale di 1,66 gradi Fahrenheit sopra la media di 60,1° F del xx secolo, e agosto 2019 è diventato così, insieme all’agosto 2015 e  2017 il secondo agosto più caldo in 140 anni di raccolta dat. Il record resta all’agosto 2016, mentre tutti e 5 gli agosto più caldi sono stati registrati dal 2014 in poi.

Ad agosto la temperatura globale della superficie del mare il mese scorso è stata di 1,51° F superiore alla media mensile di 61,4° F del XX secolo, facendone la più alta temperatura globale dell’oceano mai registrata ad agosto.

Nell’emisfero nord, l’estate meteorologica è stata la più calda mai  registrata insieme a quella del 2016. Il periodo da giugno ad agosto, che segna anche l’inverno dell’emisfero meridionale, è stato il secondo più caldo del pianeta in 140 anni di raccolta dei dati, con   1,67°  F sopra la media del XX secolo, dietro solo al periodo giugno-agosto del 2016. Gli ultimi 5 periodi di giugno-agosto sono i 5 più caldi mai registrati a livello globale.

Nel 2019, il periodo da gennaio ad agosto ha fatto registrare una temperatura globale di 1,69°  F sopra la media di 57,3° F del XX  secolo di, facendone il terzo periodo gennaio-agosto più caldo mai registrato dopo il 2016 e il 2017.

Ad agosto la copertura del ghiaccio marino dell’Artico ha raggiunto le 838.000 miglia quadrate, il 30,1% al di sotto della media 1981–2010, immediatamente dietro l’estensione più bassa (meno 34,4%) raggiunta nell’agosto 2012. L’estensione del ghiaccio marino antartico, meno 1,8% rispetto al 1981–2010, è stata la quinta più piccola estensione ad agosto mai registrata.

Europa, Africa e regione hawaiana hanno fatto registrare ad agosto temperature che si sono classificate tra le tre mensili più calde mai registrate.

L’Africa ha registrato il periodo giugno-agosto più caldo mai registrato. Il Sud America e l’Europa hanno avuto una temperatura giugno-agosto che si è classificata tra i tre periodi più caldi mai registrati. Dall’inizio dell’anno sono state registrate temperature record in tutta la parte meridionale dell’Africa e in Australia, Alaska, Messico e Asia, nonché attraverso la Nuova Zelanda e nell’oceano che la circonda, nell’Oceano Indiano occidentale e nell’Oceano Pacifico settentrionale.

(Fonte Greenreport.it)

Grafico NOAA
Foto geralt/BS CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.