Imposta sui redditi, fino a 100mila euro le imprese pagheranno il 15%

Il Parlamento ha approvato la scorsa settimana un’importante revisione della legge sull’imposta sul reddito che entrerà in vigore dal gennaio 2020. La misura semplifica la contabilità per le PMI, perfeziona l’ammortamento patrimoniale e la cancellazione delle perdite, e consente di dedurre il 200% dei costi di ricerca e sviluppo.

Sarà anche semplificata la vita delle piccole aziende con fatturato fino a 49.790 euro, che è già anche il limite massimo di giro d’affari annuo oltre il quale diventa obbligatoria la registrazione ai fini IVA. Secondo il ministero delle finanze circa il 50% dei lavoratori autonomi e delle micro imprese dovrebbe rientrare in questa soglia di “microcontribuenti”, che dovrebbero poter ottenere diversi benefici fiscali.

Passata anche una proposta del Partito nazionale slovacco (SNS) secondo la quale ditte individuali e imprese con un reddito fino a 100.000 euro pagheranno una imposta piatta (flat tax) del 15%, contro l’attuale 21%. In origine, tuttavia, SNS voleva la diminuzione delle imposte sul reddito per tutte le imprese, ma il Consiglio per la responsabilità di bilancio aveva calcolato che tale misura avrebbe ridotto le entrate di bilancio fino a 800 milioni di euro. Il ministero delle Finanze aveva affermato che tale somma avrebbe fatto deviare la Slovacchia dall’obiettivo di un bilancio in pareggio. La nuova imposta, a valere sulle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2021, dovrebbe interessare i due terzi delle società slovacche, circa 180.000 imprese.

Non solo benefici, tuttavia: i lavoratori autonomi ( živnostníci) si vedranno aumentare di 9,78 euro al mese dal 1° gennaio i contributi minimi di previdenza sociale, che saranno pari a 167,89 euro mensili, una misura legata all’aumento del salario medio lo scorso anno del 6,2%.

Le persone fisiche potranno dal prossimo anno detrarre dal proprio reddito la somma esente da imposte di 4.414,20, avendo il Parlamento passato la proposta di calcolare la parte non imponibile della base imponibile a 21 volte il minimo di sussistenza, contro le attuali 19,2 volte, per una detrazione massima di 3.937,34 euro. Dal 2020 l’imposta sul reddito delle persone fisiche potrà in questo modo diminuire fino a oltre 90 euro all’anno.

(Red)

Foto stevepb/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.