Il Ministero dell’Economia sostiene i progetti Smart City con oltre un milione di euro

Il Ministero dell’Economia ha stanziato oltre un milione di euro a sostegno di progetti Smart City presentati da piccole e medie imprese per l’implementazione di soluzioni innovative nelle città slovacche.
Anche lo scorso anno sono stati redistribuiti dal bilancio statale fondi per un totale di 500.000 euro a favore di progetti mirati al miglioramento della qualità della vita. In questo modo sono stati già avviati dieci progetti presentati da piccole e medie imprese innovative in varie aree di applicazione tecnologica nelle città di Bratislava, Nitra, Banská Bystrica, Trenčin, Trnava, Poprad, Hlohovec, Banská Štiavnica, Dolný Kubin e Senec. Se ne prevede l’implementazione entro il mese di marzo del 2020.

Secondo il ministero, tali progetti, basati sul concetto di una più stretta di cooperazione tra impresa e città, costituiscono un prezioso stimolo per l’avvio di iniziative simili da parte dei residenti e delle pubbliche amministrazioni. Inoltre, possono contribuire a definire un approccio più preciso e responsabile alle soluzioni a livello nazionale.
Proprio il successo dell’iniziativa, che ha suscitato l’interesse di imprese e amministrazioni locali, ha convinto il ministero a continuare anche nel 2019 la sua attività di appoggio ai “progetti intelligenti”, come ha sottolineato la direttrice generale della sezione “Ambiente imprenditoriale e innovazione”, Miriam Letašiová. “Le aziende hanno messo a punto significativi progetti e soluzioni che possono aiutare le città e soprattutto i residenti a migliorare la loro qualità di vita”, ha aggiunto.

L’attuale regime prevede la concessione di aiuti alle PMI innovative per lo studio di fattibilità e l’applicazione pratica dei risultati. Lo schema si articola in due fasi. La prima fase è finalizzata alla realizzazione di uno studio di fattibilità che permetta di valutare e analizzare il potenziale del progetto, di assistere nel processo decisionale identificando in modo oggettivo e razionale sia i punti di forza e di debolezza del progetto, con i vantaggi e i rischi, sia le risorse necessarie per la sua attuazione e sostenibilità. L’importo massimo del sostegno ministeriale per la prima fase è di 20.000 euro.
La seconda fase è finalizzata a sostenere la realizzazione di un progetto specifico nelle città slovacche, che contribuirà ad aumentare la competitività del beneficiario attraverso l’applicazione pratica delle innovazioni. L’importo massimo della sovvenzione in questa seconda fase è di 150.000 euro.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 4 ottobre 2019.

(Red)

Foto: Pixabay CC0
Kristi Gy / pexels CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.