Sondaggio: agli adelescenti infastidirebbe un vicino estremista o rom

Da un sondaggio condotto in giugno tra oltre 400 adolescenti slovacchi risulta che la maggior di loro – ragazzi tra 15 e 19 anni – sarebbe infastidita se un musulmano, un rom o un estremista politico vivesse nel loro quartiere. Meno della metà di loro pensa la stessa cosa di un rifugiato, un disoccupato, un ebreo o una persona con diverso orientamento sessuale. L’indagine dell’Istituto per le questioni pubbliche IVO dimostra inoltre che adolescenti di etnia ungherese che vivono in Slovacchia sono anche meno tolleranti dei loro coetanei slovacchi.

Il gruppo meno tollerato in assoluto è quello degli estremisti politici: il 75% degli intervistati non li gradirebbe come vicini di casa. Il 25% degli adolescenti che non avrebbero problemi con un vicino estremista è anche il gruppo che ha meno interesse nella tenuta della democrazia e che nega che gay e persone con diverso orientamento sessuale siano svantaggiati nella moderna società slovacca. Più del 60% avrebbe problemi con i rom, anche se sono coscienti che si tratta di gruppo svantaggiato, e il 28% non vorrebbe coabitare con persone LGBTI – un pregiudizio che riguarda di più i maschi che non le femmine.

(Red)

Foto natureaddict/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.