Società italiana ha evaso tramite la sede slovacca oltre 3 milioni di tasse

La Guardia di Finanza di Riva del Garda ha scoperto, in una operazione denominata “Bratislava”, una evasione fiscale da 3,6 milioni di euro. Il sistema messo in piedi da una società che operava in Trentino, ma attraverso sedi in Slovacchia e nel milanese, scrive il quotidiano L’Adige, ha permesso di dichiarare i redditi d’impresa a Bratislava tra il 2013 e il 2017 malgrado nella capitale slovacca, come scoperto dai finanzieri, avesse soltanto un ufficietto da 20 metri quadri condiviso con decine di altre società di comodo. Ma operava sistematicamente in Italia, evadendo dunque l’imposta sui redditi italiana.

Iniziata nel settembre 2018, l’indagine ha portato alla scoperta di un giro di affari tale da portare a una mancata tassazione di oltre tre milioni di euro grazie alla localizzazione in Slovacchia di una società fantasma per sfruttare la minore imposta sui redditi che vige a Bratislava, oltre al minor costo della manodopera slovacca, permettendo all’azienda di fare prezzi migliori della concorrenza e alterando le regole del mercato dell’autotrasporto.

(Red)

Foto Markus Spiske CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.