Nel mese di luglio accordato il numero record di 1.589 fallimenti personali

Sono stati 1.589 i cittadini della Slovacchia che hanno presentato istanza di fallimento nel mese di luglio, il numero più alto mai registrato di fallimenti personali in un solo mese, secondo la società CRIF – Slovak Credit Bureau. Il numero di luglio indica una crescita del 24% su base annua. Il numero è superiore al precedente record registrato a maggio di 1.558 sentenze dei tribunali in questo senso. Nel 2018 in media sono falliti 1.154 cittadini ogni mese, quest’anno la media è salita a 1.353. Dal 2006 sono fallite 31.477 persone in Slovacchia, di cui ben 9.472 dall’inizio di quest’anno.

La ragione della popolarità dell’istituto del fallimento personale è la sua recente riforma, che ha reso molto più semplice per le persone fisiche uscire dalla spirale del debito accedendo, con l’aiuto dei centri di assistenza legali, a una procedura di fallimento o una ristrutturazione del debito. Uno dei principali problema degli slovacchi che chiedono il proprio fallimento personale è l’elevato indebitamento, insieme alla mancanza di riserve dovute al mancato risparmio e alla potenziale e inattesa perdita del posto di lavoro.

(Red)

Foto miradesdunaficionat cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.