Grafton: le aziende dovrebbero valutare meglio i candidati cinquantenni

Malgrado siano più rispettosi dei loro superiori, siano flessibili e prudenti, abbiano buone abitudini di lavoro, più esperienza e ci pensino due volte prima di cambiare lavoro, chi cerca un impiego in Slovacchia dopo i 50 anni deve affrontare molti più ostacoli, secondo l’agenzia di selezione del personale Grafton. Le imprese infatti cercano soprattutto millennials (nati dopo il 1980( affidabili e lavoratori della generazione Z (nati dopo il 1995). I quarantenni della Generazione X (1960-1980), i cosiddetti „Husákove deti“, sono attualmente al vertice delle loro carriere e stanno sfruttando appieno la loro esperienza di lavoro. Ma per i cinquatenni in cerca di nuova occupazione la probabilità di trovare un lavoro al culmine della loro qualifica è molto più bassa.

Eppure, chi ha oggi cinquant’anni ha ancora 15 anni produttivi e in base alle statistiche potrebbero cambiare lavoro al massimo 2 volte, mentre i giovani delle generazioni Y e Z sono più instabili e cambiano lavoro più o meno ogni due anni. Secondo Grafton, i datori di lavoro dovrebbero valutare meglio le possibilità di adattamento alle esigenze dell’impresa e la maggiore stabilità dei cinquantenni. Peraltro, riguardo alle lingue straniere, mentre tra i giovani si parla più comunemente l’inglese, tra chi ha più di cinquanta anni non mancano persone che padroneggiano l’uso di tedesco o russo.

(Red)

Foto mohamed_hassan CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.